rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Sport

Domenica 18 giugno il Cus Bari alla 1^ edizione del 'Museo dello sport barese'

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Sarà il CUS Bari a concludere la 1^ edizione del Museo dello sport barese, che ha aperto i battenti il 5 giugno scorso al Fortino Sant'Antonio. Uno spazio che omaggia la storia dello sport barese e dei suoi atleti in tutte le discipline, dal calcio fino alla vela, passando per il canottaggio. La città di Bari, ed il CUS in particolare, vantano una grande tradizione di uomini che hanno scritto le pagine dello sport barese e non solo. Domenica 18 giugno, nella terrazza del Fortino Sant'Antonio, a partire dalle ore 17.00 prenderanno il via una serie di attività, a cominciare dalla Staffetta Maratona sul Mare, durante la quale si sfiderà una squadra di canottieri di tutte le età, maschi e femmine, che realizzerà 42,175 km sul remoergometro Un display indicherà la distanza realizzata, e ultimi 175 metri saranno percorsi, simbolicamente, dalle autorità presenti. Subito dopo, alle ore 20,00 circa il giornalista Gustavo del Gado intervisterà tra passato, presente e futuro, campioni e giovani promesse delle varie discipline del Centro Universitario Sportivo barese, tra cui i tre olimpici del CUS Bari: Gioacchino De Palma (Maratoneta delle Olimpiadi di Mexico 68), Pasquale Panzarino (Canottaggio Sidney2000), Roberta Del Core (Canottaggio, Los Angeles 1984), i nazionali Antonio Erotavo e Matteo Lorusso (atletica leggera), Germana Berardi (canottaggio) e i giovani promettenti Carlo Vedana (canottaggio), Maria Laura Frisini (atletica). Alle 20.30 "Il mare da toccare - Paolo Pinto e le sue attraversate" l'editorialista e scrittore Lino Patruno intervista Angela Costantino sulle imprese di Paolo Pinto e sull'Associazione Albatros-Progetto Paolo Pinto che promuove attività di immersione per i non vedenti. Durante le interviste sono previste proiezioni di filmati. I visitatori potranno con accesso gratuito, seguire le fasi della maratona, visionare alcuni cimeli e testimonianze della storia del CUS, accolti dai giovani atleti dei Centri di Avviamento allo sport del pattinaggio, canoa, pallacanestro, lotta greco romana e judo, atletica leggera, nuoto e canottaggio del CUS Bari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Domenica 18 giugno il Cus Bari alla 1^ edizione del 'Museo dello sport barese'

BariToday è in caricamento