Mercoledì, 28 Luglio 2021
Sport

Coni Puglia, Elio Sannicandro riconfermato presidente

Sannicandro, riconfermato per il quadriennio olimpico 2013-2016, fissa gli obiettivi: "Proseguire le esperienze innovative di sport nelle scuole e i modelli di gestione degli impianti sportivi in affidamento a società sportive"

Sarà ancora Elio Sannicandro a guidare il Coni pugliese nel prossimo quadriennio olimpico. All’unanimità - presenti 51 su 54 aventi diritto al voto - il consiglio regionale del Coni ha confermato per il quarto mandato il presidente uscente, ingegnere esperto in impiantistica sportiva e attuale assessore allo Sport del Comune di Bari. Eletta al contempo anche la nuova Giunta, formata da: Margareth Gonnella (Basket), Vito Tisci (Calcio-LND) e Renato Martino (Scherma) come rappresentanti delle Federazioni; Angelo Giliberto (Atletica) per il settore tecnico (con funzioni di vicepresidente); Pierfrancesco Romanelli (nuoto) come rappresentante atleti; Graziano Montel (arrampicata sportiva) per le Discipline associate; Serafina Grandolfo (CSI) in rappresentanza degli Enti di promozione sportiva.

Numerose le direttrici del nuovo programma. A partire dalla riorganizzazione a livello provinciale (con i relativi comitati ormai in fase di sostituzione su scala nazionale con le figure dei delegati). Passando poi per la programmazione condivisa con la Regione e il suo Osservatorio dello Sport; la richiesta di incremento dei finanziamenti regionali con la prossima apertura dei finanziamenti europei in tema di Sport a partire dal 2014; l’esigenza di normare a livello regionale alcuni settori come palestre private, formazione professionale e medicina dello sport.

“Poi proseguire su due leve fondamentali”, sottolinea Sannicandro, “le esperienze innovative di sport nelle scuole e i modelli di gestione degli impianti sportivi in affidamento a società sportive”.
Infatti le varie sperimentazioni, attuate dal Coni Puglia per promuovere lo sport a scuola, insieme all’educazione sui corretti stili di vita, sono diventate modello educativo per i progetti nazionali di alfabetizzazione motoria, e da quest’anno anche la Regione ha deciso di investire su questi temi con il progetto SBAM (sport, benessere, alimentazione, mobilità). Inoltre i modelli gestionali messi a punto in Puglia sono esempi di eccellenza nazionale: “Abbiamo sviluppato esperienze nella gestione di piscine, campi di atletica leggera, palestre e campi sportivi con riscontri  molto interessanti sia dal punto di vista dei risultati socio-sportivi sia dal punto di vista promozionale e occupazionale”.  
Senza dimenticare comunicazione, marketing territoriale, i rapporti sport e ambiente, anche in chiave turistica e di sviluppo del territorio. In questo senso, la visione si amplia verso obiettivi di più largo respiro mettendo in relazione le politiche dello sport con quelle della salute, dell’ambiente e dello sviluppo socio-culturale.
“Lo sviluppo sostenibile può guidare le scelte urbanistiche per una crescita equilibrata delle città. L’ultima frontiera dello sport ci vede fra i promotori più impegnati - conclude il presidente - e riguarda la progettazione di ‘Città attive’, ovvero città ecosostenibili, in cui la programmazione urbanistica si ispira allo sport, alla salute, all’equilibrio ambientale e alla bellezza del paesaggio che integri città e campagna, luoghi antropizzati e natura, spazi pubblici e residenza, luoghi di lavoro e servizi per lo sport, la cultura, la socializzazione. Città dove poter esercitare meglio corretti stili di vita, spostandosi a piedi o in bici, con minore inquinamento e maggiori spazi verdi, luoghi dove la priorità diventi il rispetto delle risorse naturali con attenzione al riuso delle acque e alla riduzione e riutilizzo dei rifiuti, affinché la cultura dello sport possa lasciare un segno e far maturare una civiltà consapevole dei propri bisogni e dei propri valori”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coni Puglia, Elio Sannicandro riconfermato presidente

BariToday è in caricamento