Grosso: "Contro il Cittadella vogliamo capire a che livello siamo"

L'allenatore dei galletti ha parlato nella conferenza stampa della vigilia. "Affrontiamo un avversario che ci precede in classifica. Vogliamo il massimo e vedere a che punto siamo"

Fabio Grosso

Reduce da due pareggi consecutivi in casa, il Bari di Fabio Grosso sarà impegnato domani pomeriggio in trasferta sul campo del Cittadella. Al Tombolato sarà una sfida con una diretta concorrente per i play-off, momentaneamente con tre punti in più dei biancorossi.

Difficile fare previsioni su chi possa avere la meglio, in particolare perché si affrontano due squadre caratterizzate da un certo attendismo, almeno nella prima parte delle partite. "La nostra idea è sempre stata la stessa - ha esordito Grosso nella conferenza stampa della vigilia -. A volte siamo riusciti a metterla in pratica, a volte ce l'hanno impedito". Il tecnico biancorosso conosce perfettamente le insidie della gara di domani: "Andiamo a Cittadella per fare una partita piena, provare a ottenere il massimo. E' una partita importante: affrontiamo una squadra che ci precede in classifica. Vogliamo fare la partita, dimostrare a noi stessi a che livello siamo arrivati. Sappiamo che non esistono partite facili ma nemmeno impossibili. Vogliamo portare a casa il massimo".

Raccolto meno del previsto

Fare risultato sarebbe importante perché nelle intenzioni di Grosso c'era di riuscire a raccogliere almeno quattro punti su sei nelle gare contro Pro Vercelli e Spezia, invece sono arrivati due pareggi: "Nelle ultime due ci saremmo aspettati un bottino maggiore, inutile negarlo. Ad ogni modo le prestazioni non sono da buttare. Sappiamo su cosa continuare a battere e quali sono quelle in cui migliorare. Soprattutto nella prima partita è stato un peccato non portare a casa i tre punti. Ci proiettiamo su questa gara bella, difficile e impegnativa. Crediamo in quello che facciamo e vogliamo dimostrarlo.

Galano in gruppo nonostante qualche acciacco

Al tecnico è stato chiesto che idea si sia fatto a proposito del momento opaco di Cristian Galano: "Nell'arco di una stagione così lunga ci sono periodi in cui un calciatore è meno o più in forma - afferma -. Nel periodo in cui abbiamo inanellato una serie di vittorie si parlava molto della sua posizione. Ha enormi qualità tecniche ma ha indubbiamente un margine di crescita psicologico molto alto. Mettergli pressione non aiuta. Ci aiuterà già  da domani, anche se in questi giorni non è stato bene per via di una botta e l'abbiamo ritrovato solo oggi per la rifinitura. Non si è allenato Sabelli, mentre Petriccione è influenzato e non sarà convocato. Non ci saranno neanche Gyomber Salzano e Oikonomou. Nonostante le assenze il nostro gruppo ha tutto per far bene col Cittadella". Largo anche alle prime impressioni su Balkovec: "Sono contento delle qualità dei ragazzi a disposizione. C'è chi non ha avuto tante occasioni, in certi casi ci vuole tempo, ci sono tante partite. Chi in questo momento è meno protagonista lo sarà nell'arco della stagione. Abbiamo un organico ampio, ci saranno chance per tutti". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia resta 'zona arancione', la decisione del ministro Speranza: misure confermate

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • Folle inseguimento a 120 km/h per le strade di Carbonara: arrestato pregiudicato 33enne

  • Calano le occupazioni delle terapie intensive covid in Puglia: migliora anche il trend dei contagi sui tamponi eseguiti

  • Spostamenti ingiustificati fuori Comune, cibi e bevande consumati nei pressi di bar e locali: controlli anticovid e multe nel Barese 

Torna su
BariToday è in caricamento