Sport

Fc Bari, parla il neo-presidente Giancaspro: "Piano industriale e ritorno del galletto"

Prima conferenza stampa del nuovo patron allo Stadio San Nicola. Nei prossimi giorni verrà deciso lo staff tecnico con un nuovo allenatore

"Piano industriale societario" a luglio e il ritorno del galletto come simbolo centrale dell'Fc Bari, in modo da garantire cospicui incrementi del merchandising "le cui attività saranno interamente investite" nel club.

Sono alcuni dei passaggi salienti della prima conferenza stampa allo stadio San Nicola di Cosmo Giancaspro da presidente dell'Fc Bari, dopo aver rilevato le quote dell'ex patron Gianluca Paparesta, passaggio sancito dall'infuocata assemblea dei soci di mercoledì sera.

Il neo proprietario del club ha annunciato i prossimi passi dopo l'aumento di capitale da 7,5 milioni di euro che verrà sottoscritto interamente dall'imprenditore molfettese, in modo da assicurare la stabilità finanziaria del club. "Non ho esperienza nel mondo del calcio - afferma l'ex socio al 5% - ma ho 30 anni di esperienza nella pianificazione e nella gestione delle aziende. Voglio assicurare delle fondamenta solide a questa società".

L'Amministratore unico del Bari ha ribadito di poter guidare in autonomia il club biancorosso ma non si è detto affatto contrario all'ingresso di nuovi soci: "Conosco molti investitori, fondi esteri. Altri imprenditori ne conosco tanti: inviterò chiunque sia interessato alla condivisione di questo piano. Ciò non vuol dire che aprirò a chiunque, ma a chi condivide un piano nel rispetto dei tifosi".

Uno snodo fondamentale della presidenza dell'imprenditore molfettese sarà quello riguardante lo stadio San Nicola: "E' un punto cardine per diversi motivi - afferma - primo perché è una follia continuare ad utilizzare questo stadio sopportando spese di manutenzione straordinarie senza che esse siano finanziate. Bisogna pianificare un intervento serio di ristrutturazione. Devo rivedermi con l'Assessore allo Sport del Comune di Bari. Le prime settimane di luglio avrò le idee chiare, ma penso che beneficeremo di un anno di proroga. Entro fine anno dobbiamo prendere decisioni per approntare questi investimenti".

Sul piano sportivo Giancaspro ha assicurato che non vi saranno riduzioni del budget, ma ancora non è chiaro chi sarà il ds: "Devo ancora parlare con Zamfir e capire come e se andare avanti con lui in queste scelte strategiche. Anche qui non è semplice, conosco qualcuno, ma semplici pour parler. Non c'è nulla di concreto". L'attuale ds, dunque è in bilico, ma a prendere il suo posto, almeno a sentire Giancaspro, non saranno né Doronzo, né Angelozzi, come ipotizzato dalla stampa nei giorni scorsi.

Il neo-presidente intende conquistare i supporter baresi regalando loro ciò che è mancato finora e cioé la stabilità: "Con i tifosi è difficile parlare di aspetti tecnici e finanziari - spiega. A loro mostrerò come irrobustire la società sotto il profilo degli investimenti. Come fare ad arrivare ad investire 80/100 milioni per restare stabilmente in massima serie. Da anni si dice che Bari sia una piazza da A, che abbia il miglior pubblico. Ci vogliono basi solide, fondamenta, sono convinto e sicuro di poter saldare sia il primo passo che tranquillizzi tutti. Non volevo apparire, ho difficoltà nell'esporre piani senza le dovute meditazioni. Una volta presentato il piano nel breve periodo capiremo se ho ipotizzato sogni o situazioni realmente verificabili"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fc Bari, parla il neo-presidente Giancaspro: "Piano industriale e ritorno del galletto"

BariToday è in caricamento