Sport

FC Bari, fumata nera dal CdA: rischio fallimento sempre più alto?

Neanche ieri il Consiglio è riuscito a deliberare sull'avvenuto aumento di capitale. Il tempo per iscrivere il club al prossimo campionato di B è sempre di meno. Società ancora in silenzio

Un'altra giornata febbrile è trascorsa senza sviluppi decisivi per il futuro societario del Bari. Dopo aver appreso del passo indietro del socio di minoranza Gianluca Paparesta, il Consiglio di Amministrazione biancorosso, si è riunito ieri in conference call tra Bari e Roma ma non ha prodotto alcuna fumata bianca. Anzi, secondo quanto ha preso dai diversi organi di stampa, l'assemblea di ieri (iniziata verso le 22) sarebbe stata contraddistinta da pesanti contrasti tra i suoi componenti.

A far sorgere i problemi sarebbe la modalità con cui Giancaspro intende portare avanti la ricapitalizzazione, ossia la cessione di alcuni crediti aziendali tramite la quale sopperirebbe parzialmente alla cifra di 4,6 milioni richiesta. Dopo ore di attesa nessun comunicato da parte dei galletti che adesso hanno sempre meno tempo per potersi iscrivere al campionato di Serie B, e rischiano concretamente di ripartire dai dilettanti.

La giornata di oggi è importante poiché qualcosa potrebbe muoversi da parte di imprenditori terzi, radunati insieme anche con la regia del sindaco di Bari Antonio Decaro che si era detto disponibile a tentare un salvataggio di questo tipo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

FC Bari, fumata nera dal CdA: rischio fallimento sempre più alto?

BariToday è in caricamento