Sport

Gela-Bari, le probabili formazioni: due dubbi per Cornacchini contro i siciliani

Per la gara del Presti il tecnico dei galletti è alle prese con due ballottaggi offensivi: sulla trequarti Neglia insidia Floriano, davanti si giocano una maglia Simeri e Pozzebon

Dopo una settimana in cui si è parlato di tutto tranne che di calcio, l’attesa per la partita tra Gela Calcio e Bari è quasi agli sgoccioli. Domani pomeriggio alle 14:30 – con buona pace della società siciliana, che premeva per giocare in un altro impianto alla presenza del suo pubblico, e dei vandali, che avevano danneggiato il manto erboso - la partita si giocherà regolarmente allo stadio Vincenzo Presti a porte chiuse, come stabilito dalla LND.

L'attenzione mediatica rivolta prevalentemente alla questione dello stadio non ha finora permesso di trattare i temi tattici che contraddistingueranno una sfida tra due delle squadre più in forma del Girone I di Serie D: Gela e Bari, infatti, rispettivamente terza e prima forza del raggruppamento, condividono il primato del miglior attacco con 23 reti segnate a testa (difensivamente meglio i biancorossi che hanno incassato appena 4 goal contro i 16 subiti dai siciliani).

Sulla squadra di Cornacchini c'è poco da dire: a detta di tutti non dovrebbe far parte di questa categoria e domenica dopo domenica, a suon di risultati (fino ad ora l'unica imbattuta del Girone I con 8 vittorie e 3 pareggi), sta aggiungendo tasselli importanti per abbandonare al più presto il dilettantismo. Il Gela, invece, ha una situazione societaria decisamente complessa con una proprietà dimissionaria a causa della questione stadio. Nonosante ciò, la squadra allenata dal figlio d'arte Karel Zeman, gioca un calcio propositivo e può vantare tra i suoi ranghi l'attuale capocannoniere del girone Giuliano Alma (autore di 10 reti, come Gennaro Sorrentino del Portici).

Cornacchini: "A Gela fondamentale l'approccio alla partita"

Come arriva il Gela

Per la gara contro i galletti Karel Zeman dovrà rinunciare al terzino destro Polito, indisponibile per la squalifica rimediata contro la Cittanovese. Al suo posto dovrebbe esserci un altro '99 come Caruso. Per il resto il tecnico dei siciliani dovrebbe confermare il solito 4-3-3 molto offensivo nel quale in attacco spicca il mancino Alma, che gioca sull'out destro nel tridente con Dième e Ragosta.

Come arriva il Bari

Sebbene sia sulla via del recupero e abbia iniziato a lavorare con il resto del gruppo, Aloisi non dovrebbe far parte della lista dei convocati per la gara contro il Gela, così come Siaulys. Cornacchini dovrebbe puntare sulla formazione tipo, adottando il 4-2-3-1, modulo che fino a ora gli ha offerto le maggiori garanzie. Il ballottaggio Simeri-Pozzebon nel ruolo di centravanti dovrebbe essere vinto ancora una volta dal centravanti campano. Attenzione anche a Neglia che insidia Floriano per una maglia da titolare.

Le probabili formazioni di Gela-Bari

GELA (4-3-3) – Castaldo; Caruso, Sicignano, Brugaletta, Misale; Schisciano, Mannoni, Mauro; Alma, Dième, Ragosta, All.: K. Zeman

BARI (4-2-3-1) – Marfella; Turi, Di Cesare, Mattera, Nannini; Bolzoni, Hamlili; Piovanello, Brienza, Floriano; Simeri. All.: Cornacchini

Arbitro: Del Rio di Reggio Emilia

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gela-Bari, le probabili formazioni: due dubbi per Cornacchini contro i siciliani

BariToday è in caricamento