menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gela-Bari, rischio gara a porte chiuse per l'inagibilità del Presti

L'impianto dei siculi è chiuso al pubblico da febbraio 2018: i padroni di casa hanno chiesto di giocare a Licata ma la LND ha risposto negativamente. Si va verso una gara senza tifosi

Aleggia ancora un velo d'incertezza rispetto a quale sarà lo stadio che domenica ospiterà l'incontro di Serie D tra Gela e Bari. L'impianto casalingo della formazione siciliana, lo stadio Vincenzo Presti, è infatti inagibile da febbraio 2018. Una circostanza che costringe la squadra allenata da Karel Zeman, figlio del Maestro Zdenek a disputare le proprie partite interne senza pubblico e che a ottobre aveva portato la proprietà con un gesto forte a minacciare il ritiro dal campionato. Non è un affatto un caso che il Gela abbia conquistato 12 dei suoi 20 in trasferta, dove i tifosi possono seguire la propria squadra nella maggior parte dei casi.

Come riportato da quotidianodigela.it, i vertici del club biancazzurro lo scorso venerdì hanno presentato richiesta alla Lega Nazionale Dilettanti per giocare la partita contro i galletti allo stadio Dino Liotta di Licata, consentendo così ai propri tifosi di assistere alla. Tuttavia, mentre il Comune di Licata ha dato l'ok, sono arrivate risposte negative sia dalla LND, sia dal Bari al quale lo spostamento causerebbe problemi logistici in virtù del volo di ritorno in Puglia già prenotato tenendo conto dei tempi stabiliti prima della richiesta di spostamento.

Lo scenario più verosimile è che la partita si giochi allo stadio di Gela senza la presenza delle due tifoserie. Se così fosse si assisterebbe a una scena già vista in più di un'occasione con i tifosi locali a guardare la gara da terrazze e balconi degli stabili limitrofi all'impianto. Per il Bari - dopo Castrovillari, sembra profilarsi un'altra partita senza il proprio pubblico. Questa volta però, a impedire la trasferta non è il rischio di scontri ma l'inagibilità dello stadio, fattore che da inizio stagione rende impossibile seguire la propria squadra ai supporter gelesi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento