menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Comune incontra i ragazzi del settore giovanile del Bari, l'appello: "Restate qui"

Incontro al Palacarrassi tra l'Assessore allo Sport Pietro Petruzzelli, ragazzi e ragazze del vivaio biancorossi, famiglie e dirigenti: "Il nuovo Bari ha bisogno dei suoi giovani"

???Arrivano alla spicciolata al Palacarrassi genitori bambini e bambine appartenenti al settore giovanile dell'FC Bari 1908. Chi ancora non ha cambiato squadra in seguito al fallimento del club biancorosso, è qui per partecipare all'incontro convocato dall'assessore allo Sport Pietro Petruzzelli, che nei giorni scorsi aveva rivolto un appello ai giovani galletti invitandoli a non cambiare società.

"Rinnovo l'invito fatto qualche giorno fa ai ragazzi e alle ragazze che fanno parte del vivaio del Bari - ha detto Petruzzelli -. E' giusto che in questo momento vi guardiate intorno e ascoltiate anche altre proposte, nei prossimi giorni però nascerà una nuova società di calcio che rappresenterà la città di Bari in Serie D. Il settore giovanile è uno dei cardini del club che verrà e sarebbe bello se continuaste a vestire questi colori, scegliendo di ripartire da qui. C'è da aspettare ancora qualche giorno: il 31 luglio a mezzogiorno scadrà il termine per presentare le manifestazioni di interesse e dopo un attento esame da parte di una commissione di esperti con il Sindaco sceglieremo a chi affidare l'incarico".

All'incontro, oltre all'Assessore, hanno preso parte Lello Sciannimanico, storico allenatore delle giovanili del Bari e il dirigente della primavera Francesco Rossano. Quest'ultimo ha sottolineato come di un gruppo "di 26 ragazzi tutti potenzialmente da prima squadra sia rimasto praticamente nessuno". Eppure, a detta dell'ex dirigente "molti di loro potrebbero trovare spazio nella prossima società. Non hanno davanti nessuno, anche per la società sarebbe un vantaggio perché avrebbe un nucleo di partenza. Partiremo dalla D non sarà facile ma sarà una palestra per crescere".

Reclamano spazio anche le ragazze del calcio femminile, rassicurate dall'Assessore Petruzzelli sulla centralità del settore giovanile tanto maschile, quanto femminile, nella nuova società. Tra i genitori serpeggia un po' di inevitabile scoramento: chi rimarrà lo farà per una questione di attaccamento ai colori e quindi di cuore. Allo stesso modo a chi sceglierà di accasarsi altrove non si potrà imputare nulla, poiché si tratta del proprio futuro sportivo.

Certo se il nuovo Bari ripartisse da uno zoccolo duro di talenti locali si potrebbero porre le basi per una realtà ben diversa da quella che ha caratterizzato le ultime gestioni in B, dove pochissimi ragazzi del vivaio si sono affacciati in prima squadra.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento