Giovedì, 28 Ottobre 2021
Sport

Partite truccate, un'intercettazione di Delli Carri tira in ballo il Bari

Il direttore sportivo del Catania, arrestato nell'ambito dello scandalo partite comprate dagli etnei, in un'intercettazione telefonica insinuerebbe il coinvolgimento dei pugliesi nello scandalo del match-fixing

Lo spettro del pallone malato è tornato ad aleggiare pesantemente sul calcio italiano. Qualche settimana fa è esploso lo scandalo relativo a partite truccate in Lega Pro e Serie D, e nei giorni scorsi i vertici del Catania sono finiti in manette con l'accusa di aver comprato la permanenza in Serie B combinando partite nell'ambito dell'operazione della DDA, denominata 'I treni del gol'.

Fatti di una gravità estrema che pian piano, attraverso il lavoro degli inquirenti, potrebbero portare alla luce nuovi elementi a carico di singoli giocatori, dirigenti e squadre.

Tra i nuovi elementi acquisiti dall'antimafia siciliana, come riportato dall'edizione odierna de La Gazzetta dello Sport, c'è anche un'intercettazione in cui Daniele Delli Carri, direttore sportivo del Catania, parla con il dirigente Piero Di Luzio e fa riferimento al Bari.

Ecco il testo dell'intercettazione pubblicata dalla Gazzetta dello Sport:
DC: "A Bari a Bari hanno fatto la palazzina sapendo che noi facevamo le palazzine diverse dalle loro capito?"
DL: "Quando? Settimane passate?
DC: "No per quattro settimane di fila".
DL: "Venivano addosso a noi".
DC : "Eh, eh capito".
DL: "E loro come lo sapevano?"
DC: "Eh che ne so me lo ha spiegato stasera il capo cantiere".
DL: "Chi gliel’ha detto, il biondo?"
DC: "Qualcuno gliel’ha detto".
DL: "L’unico può essere il biondo".
DC: "Pure lui dice la stessa cosa".
DL: "E' l’unico, può essere il biondo che si vende le informazioni".

Con l'espressione 'fare palazzine' Delli Carri si riferirebbe alle partite da 'aggiustare'. Le quattro settimane di fila a cui pare far riferimento il ds del Catania, sarebbero quelle relative ad altrettante partite pareggiate dal Bari, ossia Bari-Crotone (1-1), Trapani-Bari (1-1), Bari-Bologna (1-1) e Carpi-Bari (0-0).

La risposta del Bari non si è fatta attendere. Di seguito riportiamo il comunicato ufficiale diffuso dalla società di Gianluca Paparesta sul proprio sito:

"La FC Bari 1908 Spa comunica che, in merito alle notizie pubblicate in data odierna, su uno fra i più importanti quotidiani sportivi nazionali, con le quali si adombrerebbero «dubbi su …Bari», forte della assoluta estraneità a qualsivoglia ombra sul proprio operato, ha già dato mandato ai propri legali di presentare una denuncia alla Procura della Repubblica competente per territorio, affinché possa esser accertata l’assenza di qualsiasi coinvolgimento della FC Bari 1908 nelle vicende oggetto di indagine.

A tal proposito invita tutti gli organi di informazione impegnati nel meritevole diritto-dovere di informazione, ad operare i necessari distinguo fra i soggetti, le società e le città eventualmente nominate nelle conversazioni intercettate.

Trattasi di aspetto a cui la FC Bari 1908 tiene in modo particolare, al punto da aver già da tempo avviato la predisposizione di un rigoroso codice etico ai sensi della l.231 e ad aver realizzato, per prima, fra le società della Lega di Serie B, giornate di studio sulle problematiche ed i rischi connessi alle attività di betting, con la collaborazione della società «Sport Radar», organismo di monitoraggio e prevenzione nel campo delle scommesse, riconosciuto dalla Uefa.

Si ribadisce quindi la assoluta trasparenza del progetto di questa nuova società, ancor più sensibile a tali aspetti, anche perché operante in un contesto già gravemente ferito da questo genere di comportamenti che nel passato hanno, oltre misura, tradito ed oltraggiato la genuina passione di una tifoseria meritevole di ben altre iniziative.

Non si dimentichi, infatti, che il cuore di questo meraviglioso gioco è rappresentato dalla passione dei tifosi che possono essere solo allontanati da queste tristi e miserevoli vicende. Pertanto si auspica che la giustizia ordinaria e sportiva possa procedere ad una rapida e rigorosa verifica degli accaduti, sanzionando tempestivamente, con le forme più adeguate, qualsiasi ipotesi di frode sportiva, sì da restituire il prima possibile, piena credibilità e trasparenza all’intero sistema calcio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Partite truccate, un'intercettazione di Delli Carri tira in ballo il Bari

BariToday è in caricamento