Sport

Juve Stabia-Bari 1-1, le pagelle: la prima gioia per Marotta, male Samnick

Prima realizzazione per l'attaccante, seppur con l'ausilio di Calderoni. Giornata da dimenticare per il difensore scuola Psg, protagonista in negativo sul gol della Juve Stabia. Il cambio di modulo di Alberti, poco redditizio

Roberto Alberti

Grazie all’omaggio di Calderoni (Alex), il Bari riesce ad evitare la sconfitta contro la Juve Stabia, cenerentola del campionato. Nonostante lo score delle vespe invitasse all’ottimismo, i biancorossi hanno rischiato seriamente di tornare a casa ancora una volta sconfitti. Colpa di alcune scelte tattiche (il cambio di modulo non ha sortito gli effetti sperati), di un gioco che ha latitato per gran parte dell’incontro. Non vanno tuttavia trascurati i meriti della Juve Stabia, disposta in campo con grande sapienza da Pea. La coppia Sowe e Baraye (encomiabile il suo lavoro in fase di copertura) ha creato diversi grattacapi nella prima frazione ad alla difesa biancorossa, guidata da un inguardabile Samnick. Qualche miglioramento si è palesato nella ripresa, con alcuni cambi, che hanno evidenziato ulteriormente l’infelicità delle scelte iniziali di Alberti.

Le pagelle

BARI (3-4-3)  Guarna 6; Ceppitelli 5,5 Samnick 4,5 (37'pt Polenta 6) Chiosa 6; Defendi 6 Fossati 5 Romizi 6 Calderoni 5 (1'st Sabelli 6); Galano 6 Joao Silva 5,5 Beltrame 5 (16'st Marotta 6,5). A disp. Pena, De Falco, Lugo Martinez, Statella, Fedato, Alonso. All.Alberti 5?

Guarna 6 – A momenti non ha neanche il tempo di allacciarsi i guanti, che già Baraye lo trafigge. Becca gol per l’undicesima partita di fila, dato mortificante per un portiere che subisce pochissimi tiri in porta 

Ceppitelli 5,5 – Fulminato dall’anticipo di Baraye che castiga in apertura il Bari. Fatica a riprendersi, in un primo tempo in cui i due avanti delle vespe pungono con particolare efficacia. Va meglio nella ripresa, solo perché è il Bari a fare la partita

Samnick 4,5 – Se vuoi giocare d’anticipo, su due gazzelle come Sowe e Baraye, o sei Cannavaro, oppure forse è meglio attendere qualche metro più indietro. Due volte Sowe lo brucia, e ci scappa un gol e mezzo. L’infortunio alla caviglia lo taglia fuori dopo poco più di mezz’ora, e purtroppo per lui, il Bari ne trae beneficio

Chiosa 6 – Benino a sinistra, dove imperversa lo spauracchio Zampano. Meglio quando si sposta al centro

Defendi 6 – Nel primo tempo dà un contributo ai cronisti, perché la pagina relativa ai tiri del Bari, non resti tristemente vuota. Bello il fendente che per poco non beffa Calderoni. Nella ripresa si sposta a sinistra mantenendo gli standard di sufficienza

Fossati 5 – Soffre la superiorità numerica a centrocampo dei padroni di casa. Il suo contributo in fase di costruzione è tuttavia nullo, così come quello in fase di interdizione

Romizi 6,5 – Si ritrova a giocare per due, data l’inconsistenza di Fossati. Comincia ad emergere la sua imprescindibilità

Calderoni 5 – La Juve Stabia fa male soprattutto sul fianco sinistro barese. Soffre come un dannato nel contenere Zampano, a tal punto da convincere Alberti a lasciarlo negli spogliatoi a fine primo tempo

Galano 6 – Ad intermittenza, cerca comunque di accendersi quando per il resto della squadra è buio pesto

Joao Silva 5,5 – Tanto lavoro sporco, e lodevole spirito di sacrificio, che edulcorano una prestazione non eccezionale. C’era probabilmente un rigore su di lui, ma avesse beccato una palla alta

Beltrame 5 – A disagio come esterno sinistro, e si vede. Tocca pochi palloni, senza neppure tentare di valorizzarli. C’è poco da dire, è ancora troppo acerbo

Polenta 6 – Non fa sfracelli, ma è evidente come la difesa guadagni sicurezza con il suo ingresso. Propositivo sulla sinistra, con qualche cross interessante

Sabelli 6 – Un tempo per convincere Alberti, che la scelta di relegarlo in panchina non è stata delle più lungimiranti. Spinge con una certa costanza, contenendo Vitale

Marotta 6,5 – Ringrazia Calderoni, che gli regala il primo sorriso stagionale. Offre una prova gagliarda, a conferma di certi progressi manifestati nelle ultime settimane. Chissà che non sia un punto di svolta

Alberti 5 – Il cambio di modulo è stato un fallimento sotto ogni punto di vista. In primis perché dal tridente proposto, era difficile aspettarsi il medesimo contributo in fase di non possesso, che hanno offerto i due attaccanti della Juve Stabia. In secondo luogo perché Samnick è apparso alquanto inappropriato come leader del terzetto difensivo. I cambi che opera ad inizio ripresa raddrizzano solo in minima parte un match che la sua squadra avrebbe perso, se non ci fosse stata la papera di Calderoni 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Juve Stabia-Bari 1-1, le pagelle: la prima gioia per Marotta, male Samnick

BariToday è in caricamento