Lo sport è vita 5° - Asd Europa Volley’s Cup

Come lo sport e la possibilità di praticarlo possono contrastare il bullismo e diffondere buone pratiche.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Domenica 6 ottobre, presso il Palazzetto dello Sport di San Pio, si terrà la quinta edizione dell'ASD Europa Volley's Cup "Lo sport è vita", quest’anno dedicato, tra le altre cose, ad un tema molto importante, quello del bullismo. La manifestazione, organizzata dall’ASCD Europa - associazione senza fini di lucro nata nel 1989 con l’intento di promuovere una serie di attività sociali, culturali e di volontariato allo scopo di fornire pari opportunità ai minori, alle donne e alle persone a rischio di emarginazione utilizzando soprattutto lo sport come strumento e mezzo per avvicinare e appassionare giovani e adulti - avrà inizio alle ore 15.30 con un laboratorio, condotto da dall’animatrice sociale e blogger Francesca Emilio, rivolto a ragazzi e ragazze, durante il quale si affronterà il tema del bullismo offrendo anche spazio a quelle che sono le buone pratiche sportive utili a contrastare tale fenomeno. Alle ore 17, avrà invece inizio il torneo triangolare che vedrà impegnate, durante questo momento socio-sportivo, tre squadre di categoria Serie C Femminile dell’hinterland pugliese che hanno sposato il progetto, tra queste il Primadonna Bari Volley – squadra dell’ASD Europa - lo Sportilia Volley Bisceglie e il VolleyUp Eulogic Acquaviva. Le prime a scontrarsi saranno le due ospiti, secondo e terzo match vedranno impegnato il Primadonna Bari Volley prima contro la perdente e poi contro la vincente dalla gara 1. Tra una partita e l'altra, l’ASD Europa ne approfitterà per presentare ufficialmente il roster e lo staff di questa stagione sportiva. A fine torneo ci sarà la premiazione! Dalle 20.30 in poi spazio al tema di quest'anno: come lo sport e la possibilità di praticarlo possono contrastare il bullismo e diffondere buone pratiche. Per l'occasione interverranno, non solo i referenti delle associazioni partecipanti che hanno voglia di condividere con i presenti le problematiche dei loro territori in merito all'argomento, ma anche esperti, tra questi l'avvocato Maira Casulli, Consulente Legale Penalista CAV, del Comune di Bari e un esperto della Polizia Postale delle Telecomunicazioni. Sarà un momento importante per riflettere su una tematica tanto diffusa quanto spesso celata da atteggiamenti omertosi. Il territorio del V Municipio è stato spesso luogo protagonista di atti di bullismo, l’ultimo proprio questa estate, al porticciolo di Palese. Molto spesso però i ragazzi non vengono informati e formati in merito e, piuttosto che parlarne, si chiudono in sé stessi abbandonando luoghi e centri di aggregazione. L’intento dell’evento è quello di iniziare a seminare in merito a questo tema, informando i giovani, ma creando buone pratiche affinché questo fenomeno possa essere contrastato senza paura, costruendo insieme un ponte che unisca bulli e bullizzati. Perché ciò avvenga è importante che il territorio offra degli spazi utili sia per la pratica sportiva, sia per le attività socio-culturali, parte degli interventi infatti rimarcheranno l’annoso problema dei pochi spazi dedicati allo sport nel V Municipio, spesso mal gestiti e abbandonati a sé stessi. Dopo gli interventi si potrà procedere con “Lo sport in festa”, sottolineando il messaggio che, da circa 30 anni, l’associazione cerca di lanciare, atleti, cittadini ed esperti sono invitati a passare insieme una giornata e una serata in cui, con la partecipazione di chiunque abbia voglia di portare qualcosa, si festeggerà e si ricorderà che lo sport è vita, in quanto fonte di salute, ma anche di amicizie e ponti capaci di collegare persone e dunque idee e soluzioni per un futuro che abbia una società a misura di bambini capace di mettere inoltre in primo piano i diritti e le necessità dei soggetti a rischio di emarginazione.

Torna su
BariToday è in caricamento