Domenica, 13 Giugno 2021
Sport Carbonara / Strada Torrebella

Bari, Filippini: "I primi mesi sono stati duri ma ora sento la fiducia"

Il difensore del Bari in prestito dalla Lazio ha parlato in conferenza stampa: "Ho sempre lavorato per farmi trovare pronto, adesso che il mister mi sta dando fiducia voglio ripagarla"

Lorenzo Filippini

Quella di ieri era stata una giornata abbastanza movimentata per il Bari: in mattinata c'era stata l'appassionata conferenza stampa di Davide Nicola, che chiedeva compattezza all'ambiente biancorosso, nel pomeriggio poi, era arrivato il pesante verdetto del Giudice sportivo con le decisioni contro Contini e Curva Nord.

A riportare il sereno ci ha pensato il volto sorridente di Lorenzo Filippini, difensore in prestito dalla Lazio, trascurato per tutta la gestione Mangia e che adesso col nuovo tecnico sta trovando spazio. Ecco le sue risposte ai giornalisti presenti.

Cosa significa per te parlare con la stampa, visto che di solito in conferenza ci viene chi gioca?
"E' un momento difficile per noi ma stiamo lavorando duro per risollevarci. Mi fa piacere essere qui e avere la chance di dimostrare il mio valore"

Un commento sulle decisioni del Giudice sportivo...
"Devo essere sincero non ho visto le immagini: dal campo non mi era sembrato ci fosse stato alcun episodio così grave. Poi ho letto dei 3 turni di squalifica... Mi dispiace molto, Matteo è un giocatore importante per tutta la squadra".

Cosa puoi dare alla difesa del Bari?
"Essendo giovane posso portare freschezza fisica, carattere e grinta".

E dire che qualche tempo fa il tuo procuratore sembrava volerti riportare alla Lazio...
"Sto bene a Bari, non mi lascio distrarre da queste cose. Io penso a far bene qui. Erano soltanto voci, sono concentrato sulla squadra".

Da Mangia a Nicola le cose per te sono cambiate...
"Ho sempre lavorato bene per farmi trovare pronto anche quando c'era mister Mangia. Con l'arrivo del mister le cose sono cambiate, mi ha dato fiducia col Trapani: anche se mancavano pochi minuti eravamo in una situazione complicata. Poi mi ha dato la possibilità di giocare titolare col Carpi".

Per quale motivo Mangia non ti prendeva in considerazione facendo giocare persino altri fuori ruolo?
"Faceva le sue valutazioni. Magari non mi riteneva pronto... Io però rispettavo le sue scelte. Magari in certi momenti difficili ha ritenuto servisse maggiore esperienza... Non saprei".

Ti senti più responsabilizzato ora che hai la fiducia?
"Sono molto contento. Cercherò di ripagare assolutamente la fiducia del mister. e si mi sento più responsabilizzato".

E' cambiata l'aria?
"Nello spogliatoio è sempre stata buona, siamo sempre stati uniti anche se le cose non stanno andando benissimo".

Come mai nessuno di voi tre laziali è stato protagonista? Minala?
"Essendo giovani era normale che avremmo trovato difficoltà essendo la prima esperienza, ci può stare un po' di ambientamento, per me le cose stanno cambiando. Joseph si parla molto di lui, ma è un ragazzo normalissimo, un bravo ragazzo. Non fa nulla in particolare. si allena bene".

Com'è andata sull'esterno?
"Era la prima volta che giocavo in quel ruolo, ho sempre fatto il terzino o il centrale difensivo in una difesa a 3 o a 4. Per giocare in quel ruolo devo imparare qualcosa soprattutto a livello di spinta perché da esterno nel 3-5-2 sei quasi un'ala, mentre per la fase difensiva non ho avuto problemi"

Un bilancio di questa esperienza?
"Bè è la prima volta lontano da casa, lontano da Roma. E' stato tutto un susseguirsi di emozioni, sono stati mesi difficili ma adesso le cose stanno iniziando ad andare molto meglio".

C'è un compagno che stai osservando particolarmente?
"Ci sono tanti ragazzi da cui si può guardare tanto, Contini ha giocato in tante squadre ha tanta esperienza ma anche Defendi è un ragazzo straordinario da cui si può apprendere tanto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bari, Filippini: "I primi mesi sono stati duri ma ora sento la fiducia"

BariToday è in caricamento