menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nicola resta al Bari: "Sono ambizioso, non volevo lasciare le cose a metà"

La società conferma il tecnico piemontese, che sul futuro dice: "Ho fatto richieste precise per ripartire nel migliore dei modi. In sintonia con il presidente Paparesta"

Mentre il campionato si avvia ormai alla fine, per il Bari è già tempo di guardare al futuro. L'obiettivo fallito dei play-off, fissato ad inizio stagione, ha lasciato non poco amaro in bocca ai tifosi. Ma Nicola, incassata la conferma sulla panchina biancorossa, si dice pronto a "portare avanti il progetto" e a "ripartire nel migliore dei modi".

“Finiamo il campionato e poi parliamo di tutto il resto - ha detto il tecnico nella consueta conferenza stampa pre-partita -  Quella di domani contro il Brescia (penultima gara di campionato, ndr) sarà una partita di un certo pathos anche se si giocherà alle 18 e il pubblico potrebbe venire meno. Direi che sostanzialmente in due risultati su tre con una eventuale vittoria dell’Entella e un pareggio dell’Entella lascerebbe in grave difficoltà il Brescia. Da questo punto di vista dobbiamo continuare a portare avanti il nostro lavoro ed il nostro progetto".

LA SQUADRA IN CAMPO - "Conto di recuperare Romizi – ha detto poi il tecnico parlando della sfida di domani – mentre ci saranno da valutare le condizioni di Rinaudo. Se non dovesse farcela al fianco di Contini giocherà Rada. Tra questa e la prossima a La Spezia potrebbe esserci l’occasione per schierare qualche giovane del vivaio tenendo conto anche i loro impegni di fine stagione".

LA CONFERMA E GLI OBIETTIVI FUTURI - L'incontro con i giornalisti ha rappresentato anche l'occasione, a stagione ormai quasi conclusa, per guardare al futuro, che vedrà il tecnico piemontese ancora sulla panchina biancorossa. "Sono una persona ambiziosa come il presidente e come lo sono i tifosi. Mi avrebbe dato fastidio lasciare le cose a metà. Con il presidente c’è la voglia di ripartire sulla base della continuità di un preciso progetto tecnico e tattico. Partire da una difesa a 4 ed avere una squadra che si possa adattare a diverse soluzioni. In questo senso ho fatto delle precise richieste indicando una lista di giocatori, 3-4 per ruolo, per ripartire nel migliore dei modi. Ricordando il recente passato qui sarà importante essere molto chiari per cui bisognerà vedere quello che potremmo fare sul mercato per poter poi dire che campionato sarà”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento