Ottime prestazioni per i nuotatori Master del Cus Bari nel circuito fin nel Lazio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Il CUS Bari ha scelto la piazza più competitiva d'Italia per testare lo stato di forma dei suoi ragazzi all'inizio della stagione di Nuoto Master 2018/19, il circuito FIN riservato ai nuotatori over 25 che inizia proprio a novembre la sua stagione di gare in tutt'Italia. Un banco di prova difficilissimo,che non ha impensierito né scoraggiato i 4 bomber biancorossi - Vito D'Augenti e Alessandro Tafuni, categoria M25 e Alessandro Sardelli e Enrico Tagliamonte, categoria M30 - portati come delegazione rappresentativa dello squadrone cussino già campione regionale nella scorsa stagione. "Abbiamo deciso di fissare questa trasferta con solo 4 atleti perché abbiamo avuto problemi con il nuovo sistema di tesseramento (la FIN ha aggiornato la piattaforma per i tesseramenti e le iscrizioni, ndr) e quindi abbiamo deciso di dare precedenza, se così si può dire, ad alcuni tra i nostri migliori atleti", dicono gli allenatori che hanno accompagnato i boys a Roma, Niki Oliva e Pasquale Maselli. Il meeting di nuoto, alla sua terza edizione, si è svolto nell'impianto dell'Olgiata, una bellissima vasca semiolimpionica che ha visto gareggiare oltre 500 atleti, per la maggior parte laziali. Il CUS Bari è stata la società che proveniva da più lontano e probabilmente la fatica della trasferta ha inciso sulle prestazioni: "Non ci aspettavamo dei best time - racconta il tecnico Maselli - perché sappiamo bene che trasferte così lunghe, levatacce tostissime e tante ore di auto infiacchiscono gli atleti; volevamo solo verificare a che punto fossimo con la preparazione e rompere il ghiaccio. Più gareggiamo, meglio nuotiamo". Non saranno stati record personali ma i piazzamenti dicono certamente che il test è andato benissimo: limitandoci alla sola sessione mattutina troviamo l'esordio di Tafuni nel settore master con un primo posto di categoria e secondo assoluto nei 100sl con un eccellente 56".26; 100do da record regionale per Vito D'Augenti che chiude la distanza in 1'00".38, tempo che vale il primo posto assoluto; primo posto assoluto anche per Tagliamonte nei 50 rana maschili con un ottimo 31".77; secondo posto di categoria e terzo assoluto per Alessandro Sardelli nei 50fa chiusi in 27".90. Il pomeriggio ha registrato altre ottime prestazioni e piazzamenti a medaglia per tutti e quattro gli atleti del CUS e si è concluso con il trionfo assoluto della 4x50sl maschile: nell'ordine Tafuni, Sardelli, Tagliamonte e D'Augenti mettono tutti dietro con uno stellare 1'43".40, a un soffio dal record regionale, già del CUS Bari per la verità. "Sarebbe bastata la vittoria schiacciante nella staffetta davanti alle titolatissime squadre romane per renderci pienamente soddisfatti e dare un senso a questa trasferta - aggiunge il tecnico Oliva -; aggiungo che, al di là dei tempi nuotati poco indicativi per questa fase dell'anno, abbiamo notato che c'è grande entusiasmo, grande coesione tra di noi, e grande voglia di esprimerci e voglia di vincere: questi elementi ci danno la forza di lavorare duro e andare avanti. Quest'anno se ne vedranno delle belle in casa CUS Bari, è una promessa".

Torna su
BariToday è in caricamento