Nuovo Bari, dialoghi in corso tra sindaco e imprenditori: avanza la cordata

Con un investimento di circa 100mila euro a testa, un gruppo di imprenditori pugliesi sarebbe avvantaggiato per la creazione della nuova società: in settimana novità decisive

Dopo l'incontro al Della Vittoria e la manifestazione degli ultras a Pane e Pomodoro, eventi che hanno caratterizzato questo weekend, il sindaco di Bari Antonio Decaro sarà nei prossimi giorni chiamato a scegliere a chi affidare il titolo sportivo della squadra di calcio della città.

Sia nell'incontro di venerdì, sia ieri nella spiaggia dei baresi, il primo cittadino ha confermato di essere in contatto con imprenditori locali che da soli o in gruppo hanno manifestato il proprio interesse a farsi carico del nuovo Bari. Decaro, tuttavia, ha specificato come in corsa vi siano anche soggetti non appartenenti al tessuto socio-economico del capoluogo pugliese, e addirittura un imprenditore straniero amante della Puglia.

La prossima settimana sarà decisiva per capire a chi verrà affidato il titolo sportivo. Ad oggi le possibilità più concrete sono quelle della cordata composta da una ventina di imprenditori locali (si parla dei vari Di Paola, Ladisa, De Bartolomeo, Disabato, Maldarizzi etc.) che verserebbero circa un centinaio di migliaia di euro pro capite (per raggiungere una cifra vicina ai due milioni di euro), oppure di un investitore unico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Di sicuro ad incentivare l'interesse di soggetti più abbienti potrebbe essere la categoria in cui il nuovo Bari (che dovrebbe chiamarsi S.S. Bari 1908, molti domini internet con questo nome sono già registrati e qualcuno fornisce anche spunti interessanti ndr) verrà iscritto. Lo scenario più probabile resta la Serie D, ma Decaro - anche in qualità di presidente dell'ANCI (l'associazione che riunisce i sindaci di tutta Italia) ha chiesto alla federazione di iscrivere la squadra in C per via della storia calcistica e per il prestigio della città di Bari. Va da sé che l'interesse per un club di Serie C potrebbe essere decisamente più alto e far gola a qualche investitore più facoltoso (ogni riferimento al duo Radrizzani-Napoli è puramente casuale...). Inutile dire quanto la scelta del sindaco sia delicata e difficoltosa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vipera in giardino: come riconoscerla e cosa fare in caso di morso

  • Uccio De Santis positivo al coronavirus, annullato spettacolo in Svizzera: "Sono forte, ci vediamo presto"

  • Raffaele Fitto positivo al Covid-19 con la moglie, l'annuncio: "Tampone dopo contagio di uno stretto collaboratore"

  • Il Coronavirus fa ancora paura nella provincia: un decesso a Polignano, crescono i contagi a Noicattaro

  • Vento forte e temporali in arrivo nel Barese: scatta l'allerta meteo arancione

  • Contagi dopo festa di 18 anni, chiude scuola ad Altamura: "Inconcepibili party per ballare"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento