Panthers, lacrime e sorrisi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

I risultati di domenica 20/11/2016:

SERIE C1:

TIGRI BARI VS TREPUZZI 10-6

SERIE C2:

SALENTO VS GRANATA 25-0

TARANTO VS KHEIRON 58-14

POTENZA VS DRAGHI BAT 50-0

PANTHERS VS FALCHI 0-43

COPPA ITALIA FEMMINILE :

Campobasso - Camarda : 7-1

Panthers- Camarda : 10-1
Panthers - Campobasso : 9-1

Rugby Bitonto 2012 assente


MASCHILE:

Il Rugby Pugliese quest'anno non trova pace in classifica, ogni domenica assistiamo a ribaltamenti di risultati con la conseguente modifica della lista. In serie C1 qualcosa non funziona, squadre che rinunciano alla partita per difficoltà numeriche o economiche, mancanza di strutture, partite perse a tavolino. Solo il Tigri Rugby Bari pare, riesca a mantenere uno standard dignitoso ed onorevole, vincendo anche contro un ostico Trepuzzi (LE) per 10 a 6.

In serie C2 il Salento mostra gli artigli e mantiene alta l'attenzione, non perde colpi e resta in cima alla classifica preparandosi ad affrontare una delle squadre più difficili del campionato "Potenza Rugby".

Tutte le altre compagini restano sul filo domenicale, essere partecipi ad un campionato amatoriale, significa anche sottostare a presenze dei giocatori non continuative, allenamenti affrontati in maniera difficile vista la non presenza della rosa al completo, significa adeguarsi ad orari scomodi perchè il campo negli orari comodi è occupato dagli altri sport, significa sottostare ad infortuni con recuperi lunghi e con pochi ricambi, significa sottostare a costi che non sempre sono affrontabili dai Club.

Ma onore a chi con caparbietà e passione, continua questo "lavoro" in silenzio e cercando ogni giorno di scavalcare tutte le problematiche e portare in campo una squadra di ragazzi che dopo una giornata di lavoro/studio, solo per gloria e passione, indossano scarpette e paradenti e sotto pioggia, freddo, fango o sole cocente, scendono a volte in una "specie di campo" e giocano a Rugby.

FEMMINILE:

Se le classifiche maschili non sono stabili, quelle femminili lo sono ancor di più.

Le problematiche logistiche sono le stesse, infatti ieri la 3^ Tappa di Coppa Italia Femminile Rugby Seven, si è svolta sul campo comunale di Bernalda con un girone a tre squadre, vista la rinuncia della compagine del Bitonto 2012 Femminile.

Complimenti all'organizzazione della Società ospitante che ha preparato una domenica all'insegna del Rugby Femminile, visto che sul campo 1 giocava tutto il settore Seniores, mentre sul campo 2 e 3 si svolgevano i raggruppamenti dei settori U14 Rugby Femminile.

A prescindere da tutte le problematiche, ieri abbiamo assistito ad un rugby di vera qualità, ogni partita ha infiammato il pubblico presente. Le atlete hanno dimostrato una grande competitività, affrontandosi a viso aperto, senza risparmiare placcaggi e mete, ogni partita è stata davvero divertente.

La prima gara ha visto in campo le atlete di casa competere con le ragazze del Campobasso Rugby, un primo tempo davvero duro, dove nessuna delle due squadre intendeva cedere metri all'altra, placcaggi duri, ottimi schieramenti e buon gioco. Piccola pecca un infortunio dell'atleta dell' Acli costretta a lasciare il campo (speriamo in un rapido recupero). Nel secondo tempo invece la storia cambia, continua l'intensità ma le atlete di Campobasso mettono in campo l'esperienza e ribaltano nettamente il risultato.

Le Spartan Taranto affrontano nella seconda partita le Panthers R.T., con onore sfidano le pantere utilizzando un gioco di mischia ben compatto, ma le Modugnesi esperte sanno come difendere e contrattaccare, infatti mettono in chiaro da subito il risultato. Nel secondo tempo le Tarantine però non ci stanno e con grande caparbietà si organizzano e penetrano la difesa Panthers segnando una meta, purtroppo non basta.

Terza gara vede in campo le Panthers vs Campobasso, entrambe puntano al vertice della classifica, entrambe con esperienza ed ottime atlete, il livello di concentrazione doveva restare alto e così è stato. Abbiamo assistito a due tempi di gioco davvero entusiasmanti, tutto ciò che si vorrebbe vedere in una partita di rugby l'abbiamo visto.

Le Pantere hanno dominato entrambi i tempi con una determinazione ed organizzazione esemplare, in difesa praticamente impenetrabili, in attacco organizzate e puntuali, hanno portato a casa il risultato e la tappa risalendo la classifica e raggiungendo al primo posto a pari punti le Molisane. Domenica 4 dicembre sul campo Rossielo di Bitonto si svolgerà la 4^ giornata e sarà davvero da non perdere, si gioca per il primato in classifica prima dello stop Natalizio.

PARLIAMO DI NOI:

Il Team Panthers è in piena fase di costruzione e crescita, sia a livello societario organizzativo, sia a livello tecnico atleti e gioco. Mentre la compagine Femminile ritrova lentamente l'assetto giusto grazie all'esperienza delle veterane ed al massimo impegno delle nuove leve, il Team Maschile ha ancora bisogno di ritrovare gli equilibri giusti.

Non sarebbe giusto parlare di continue sconfitte per il team maschile, perchè i ragazzi e lo staff tecnico, hanno portato sul campo di gioco un aria nuova, un nuovo stile e l'impegno da parte di tutti è considerevole. Parlando di statistiche, lo scorso anno (all'esordio), i risultati parlavano chiaro, si usciva dal campo con la media di 90 punti subiti a partita senza mai riuscire a raggiungere la linea di meta avversaria. In questo inizio stagione invece, si nota che i risultati sono diversi, i punti subiti scendono del 50% e raggiungere la linea di meta avversaria non è più un sogno. Questo significa che il lavoro inizia a dare risultati positivi, ma resta chiaro che la vittoria ancora non arriva.

Posso garantire che questo sport ha bisogno di lavoro continuo ed incessante, ha bisogno di formare gli atleti con tecnica ma sopratutto esperienza, ha bisogno di ritrovare un assetto ed equilibrio di squadra, non è assolutamente facile, in una struttura nuova ed in continuo rinnovamento. Purtroppo si affrontano squadre ben consolidate che questi assetti li ha trovati anni fa e continuano a migliorarsi.

Sono certo che a breve le strategie dei MR Francesco Desantis e Massimiliano Risciglione e la caparbietà dei ragazzi, porterà risultati, siamo abituati a cadere, ma siamo forti e quindi con onore ci rialziamo e continuiamo a combattere, abbiamo dalla nostra, la forza di un gruppo compatto che insieme affronta gioie e dolori, continueremo a lavorare duro per cercare questo famoso equilibrio ed assetto di squadra.

Mirko Cellamare

Torna su
BariToday è in caricamento