Sport

Paparesta denuncia: "Sputi e provocazioni contro di noi. Mai visto nulla del genere"

Il presidente biancorosso ha parlato al termine della gara persa contro l'Avellino denunciando il trattamento ricevuto dalla delegazione biancorossa al Partenio

E' un Gianluca Paparesta incredulo e sdegnato quello che si presenta ai microfoni di Sky al termine della partita persa contro l'Avellino.

L'oggetto delle dichiarazioni del presidente biancorosso, tuttavia, non è la brutta prestazione dei suoi, ma la denuncia di quanto avvenuto fuori dal campo al Partenio: "Credo che un campionato come quello di Serie B non si può affrontare in questa maniera: appena arrivati i giocatori sono stati spinti, bagnati, provocati".

SPUTI E PROVOCAZIONI - Quello dell'ex arbitro non è un modo por mascherare il cattivo risultato dei suoi: "La sconfitta non è immeritata, l'Avellino ha segnato due gol e non è questo il motivo di discussione. Ci hanno sputato, lanciato oggetti, non capisco perché siamo stati messi in un settore dove è stato possibile tutto questo. Uno steward ci ha difeso ed è stato persino rimproverato dagli altri. Un campionato di B non può essere affrontato in questo modo: i dirigenti avversari non devono essere aggrediti e insultati in questa maniera, non è tollerabile".

'NEMMENO IN SERIE D' -Il numero uno biancorosso rincara la dose: "Oggi ho visto cose che non vedevo nemmeno quando arbitravo in Serie D. L'ho detto anche al presidente dell'Avellino e sono stato apostrofato per quello. Questo è un evento sportivo, dovrebbe essere fair play e rispetto. Sono rimasto allibito e sono qui per denunciare questo fatto. I miei giocatori sono stati spinti da alcuni del servizio d'ordine: dal primo all'ultimo minuto siamo stati oggetto di sputi e lancio di oggetti, c'erano le forze dell'ordine a fianco noi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paparesta denuncia: "Sputi e provocazioni contro di noi. Mai visto nulla del genere"

BariToday è in caricamento