Domenica, 13 Giugno 2021
Sport

Bari: ufficializzate penalizzazione e deferimento di Garzelli

Nella giornata di ieri sono state ufficializzate dalla Figc la penalizzazione di due punti per la squadra e i quattro mesi di inibizione per l'amministratore biancorosso Claudio Garzelli

A voler vedere il bicchiere mezzo pieno, si potrebbe dire che, da oggi, la classifica del Bari non mostrerà più strani asterischi o postille: è arrivata ieri, infatti, l'ufficializzazione da parte della Figc dei due punti di penalizzazione per il club biancorosso. Con una nota ufficiale apparsa sul sito della Federazione, quindi, la società di via Torrebella è stata declassata dal nono all'undicesimo posto passando da 21 a 19 punti in graduatoria.

"La Commissione Disciplinare Nazionale, presieduta dall’avvocato Sergio Artico, ha inflitto due punti di penalizzazione al Bari per la mancata attestazione del pagamento degli emolumenti dovuti e delle ritenute Irpef nei termini stabiliti dalla normativa federale": questo il comunicato ufficiale diramato dalla Figc che, inoltre, prosegue ufficializzando un'altra sanzione prevista, quella del deferimento dell'amministratore unico Claudio Garzelli. "È stabilita, inoltre, l’inibizione di quattro mesi per Claudio Garzelli, amministratore unico e legale rappresentante del Bari": queste, quindi, le parole che, di fatto, impediranno al massimo dirigente biancorosso ogni attività di rappresentanza esterna del club come, ad esempio, la partecipazione ai prossimi consigli di Lega.

"Ce lo aspettavamo - ha commentato Garzelli subito dopo l'ufficializzazione di entrambi i provvedimenti -. Purtroppo sui punti di penalizzazione non esisteva alcun rimedio. Nei miei confronti, invece, la Commissione si è anche dimostrata clemente infliggendomi quattro mesi in luogo dei sei solitamente previsti in simili situazioni. Forse sono state considerate le attenuanti del caso. Chiaramente dispiace ricevere una sanzione ma diciamo che lo ritengo un sacrificio indispensabile per aiutare il Bari in un momento di difficoltà".

Il dirigente biancorosso, infine, si sbilancia anche sul versante della cessione del club, ritenuta da Garzelli indispensabile: "Se non si fosse provveduto al pagamento degli stipendi di agosto e settembre saremmo entrati in un tunnel senza uscita. Ribadisco che per garantire un futuro al Bari è necessario esclusivamente il cambio di proprietà. Aggiungo che il passaggio di consegne deve avvenire entro fine gennaio perchè, in caso contrario, la società potrebbe ritrovarsi in serie difficoltà per il proseguimento della stagione. Ad ogni modo, le dichiarazioni e l’impegno del sindaco Emiliano, mi fanno sperare che tutto si possa risolvere senza traumi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bari: ufficializzate penalizzazione e deferimento di Garzelli

BariToday è in caricamento