Sport

Nuova penalizzazione per il Bari, Garzelli: "Presenteremo ricorso"

La Commissione disciplinare nazionale infligge altri due punti di penalizzazione in classifica al Bari, che scende a quota 44

"Accettiamo il responso della giustizia sportiva con la nuova penalizzazione di due punti, ma faremo ricorso in tutti i gradi possibili". Così il direttore generale del Bari, Claudio Garzelli, commenta la decisione della Commissione disciplinare nazionale di infliggere una nuova penalizzazione al Bari per alcune violazioni alle normative federali in relazione al pagamento degli stipendi, delle ritenute Irpef e dei contributi Enpals dovuti ai propri tesserati.

I punti di penalizzazione arrivano così a 6, portando la squadra di Torrente a quota 44 punti in classifica.


"Purtroppo siamo di fronte ad una normativa nuova - ha detto ancora Garzelli - applicata con grandi differenze rispetto al recente passato. Di sicuro è un brutto colpo". "Vista l'aria - conclude Garzelli - ci aspettavamo un esito negativo dalla Commissione disciplinare. Adesso la squadra dovrà reagire dando l'ennesima prova di essere un gruppo equilibrato e di carattere. Il tecnico, Vincenzo Torrente è deluso: "Siamo abituati ormai alle penalizzazioni. Sul campo abbiamo conquistato 50 punti, ai quali bisogna sottrarre i sei di penalizzazione. Ho parlato con la squadra e ho invitato tutti a non guardare la classifica ma ad affrontare al meglio la gara di domani a Verona. Dobbiamo fare più punti possibile per metterci al sicuro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova penalizzazione per il Bari, Garzelli: "Presenteremo ricorso"

BariToday è in caricamento