Sport

Pescara-Bari 2-2: ennesimo blackout nel recupero, biancorossi rimontati in Abruzzo

Occasione gettata al vento dalla squadra di Grosso, incapace di gestire il doppio vantaggio alla fine del primo tempo. Pettinari gela al 94' la squadra di Grosso. Martedì al San Nicola arriva il Novara

Il Bari esce dallo stadio Adriatico di Pescara con un pareggio dal sapore della beffa. La squadra di Grosso, infatti, non è stata capace di amministrare un vantaggio di 2 gol al termine del primo tempo, facendosi rimontare e raggiungere nei minuti di recupero. Avvio equilibrato con le squadre che si studiano per circa un quarto d'ora. Ad avere la prima opportunità, però, sono i padroni di casa che 20' sfiorano il vantaggio con Capone, servito in area incapace di battere a rete da posizione favorevole. E' il Bari però a sbloccare: al 23': ottimo cross di Henderson per Nenè che prima batte l'ex Fiamozzi, poi infila alle spalle di Fiorillo. La squadra di Grosso approfitta del momento positivo e trova il raddoppio al 31' con Anderson: azione rocambolesca, rimpallo fortuito di Galano dopo uno scontro con Coda (che si fa male), palla ad Anderson il quale si invola verso la porta e sigla il 2 a 0. La reazione dei padroni di casa è in un tiro pericoloso di Capone al 43'. 

La ripresa regala tante emozioni, fin dall'inizio: gli abruzzesi, infatti, accorciano già al 47' con Mancuso che batte Micai alla prima azione della ripresa. I ragazzi di Pillon prendono coraggio e 5 minuti dopo sfiorano il pareggio con Pettinari, fermato dall'estremo difensore barese. I pugliesi soffrono ma nonostante tutto hanno le loro chance fallite da Cissè e Busellato. Micai si supera al 74' con un doppio intervento prima su Pettinari e poi su Valzania. A due minuti dalla fine arriva anche l'espulsione di Campagnaro, per doppia ammonizione. Sembra fatta ma i 6 minuti di recupero saranno amari per i baresi. Il Pescara, infatti, trova, al 04' un insperato pareggio: Pettinari raccoglie un lancio su punizione, e devia la palla che finisce prima sul pallo e poi in rete. Ennesima disattenzione nei minuti finali e ancora una beffa per i baresi che vanno a 55 punti, confermandosi al 5° ma non approfittando dei pareggi interni di Palermo, Parma e Frosinone per accorciare la distanza dal 2° posto. L'occasione per riscattarsi ci sarà già martedì: al San Nicola arriva il Novara.

Il tabellino di Pescara-Bari

Pescara (4-3-3): Fiorillo; Crescenzi, Fornasier, Coda (34' Campagnaro), Fiamozzi; Valzania, Brugman, Coulibaly (50' Machin); Capone, Pettinari, Mancuso (68' Falco). A disp.: Savelloni, Balzano, Perrotta, Mazzotta, Carraro, Yamga, Bunino, Cocco, Baez. All. Pillon

Bari (4-3-3): Micai; Balkovec, Gyomber, Marrone, Anderson; Henderson (60' Busellato), Iocolano, Basha (81' Petriccione); Cissè, Galano, Nenè. A disp.: De Lucia, Sabelli, D'Elia, Empereur, Diakitè, Kozak, brienza, Improta, Floro Flores. All. Grosso

Arbitro: Martinelli di Roma

Marcatori: 23' Nenè (B), 31' Anderson (B), 47' Mancuso (P), 94' Pettinari (P)

Ammoniti: Fiamozzi (P), Nenè (B)

Espulsi: Campagnaro (P)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara-Bari 2-2: ennesimo blackout nel recupero, biancorossi rimontati in Abruzzo

BariToday è in caricamento