Sport

Reggina Bari 0-0 | Sofferenza per i Galletti, ma arriva un punto prezioso

Nella prima gara del campionato di Serie B, i ragazzi di Alberti riescono ad uscire indenni dal "Granillo". Dopo un buon primo tempo, i biancorossi calano nella ripresa e rischiano in alcune occasioni di capitolare, ma Di Michele grazia Guarna. Espulso Defendi

Marino Defendi, espulso nel finale per doppia ammonizione

Difficilmente in casa Bari, avrebbero rinunciato a firmare per un pari all’esordio. Lo 0-0 in casa della Reggina giunto senza esaltare, ma giocando un buon primo tempo, e soffrendo con coraggio e carattere nella ripresa, è senz’altro un buon debutto, per di più contro una squadra dalle grandi ambizioni. Il che genera qualche sorriso nei tifosi, nella speranza, che da qui alla fine del mercato, il gruppo possa essere puntellato da ulteriori innesti.

NUOVO MODULO - La sorpresa della serata è subito nel modulo: Alberti si affida punta ad un più equilibrato 3-5-2, schieramento tutto sommato speculare a quello dei padroni di casa, i quali però puntano sul più offensivo Louzada, in avanti con Gerardi e Fischnaller.
Lo schieramento disposto da Alberti, e un apprezzabile atteggiamento mentale, consentono al Bari di affrontare al meglio la prima frazione. I galletti fanno molta densità a centrocampo, impedendo di fatto ai calabresi, di imbastire trame offensive particolarmente efficaci.

Gli amaranto vanno subito in gol con Maicon, ma il giovane esterno commette fallo su Ceppitelli. Il resto della prima frazione è fatta da una prolungata fase di studio, con qualche tentativo di contropiede da parte del Bari. Lo schieramento dei baresi, appare semplice ma efficace, puntando sul recupero del pallone e sulle improvvise ripartenze. In difesa si apprezza la personalità di Samnick, che imbavaglia per tutto il tempo il gigante Gerardi.
E’ un buon Bari, anche se di occasioni non se ne vedono. Il tiraccio di Sciaudone al 27’ (palla lontana dal palo diversi metri) e la conclusione di Albadoro deviata in angolo, al 40’, non spaventano i padroni di casa, ma offrono buone indicazioni al tecnico dei galletti.

SECONDO TEMPO – Atzori cerca di cambiare le sorti dell’incontro affidandosi agli uomini della panchina. Di Michele e Strasser rilevano Fischnaller e Rigoni. Nel Bari Alberti risponde con Marotta al posto del generoso Galano. E’ comunque un’altra partita. Gli amaranto alzano il baricentro, mentre i biancorossi si schiacciano nella metà campo, senza riuscire più a ripartire. Proprio sui piedi di Di Michele nascono due delle tre azioni più clamorose del match: al 18’ si presenta davanti a Guarna su suggerimento di Louzada, ma ciabatta clamorosamente consentendo il recupero di Calderoni. Due minuti dopo colpisce il palo su punizione dal versante sinistro. Il legno (questa volta la traversa, ndr) grazia Guarna sulla bella girata di Gerardi al 33’. E’ l’ultima grande occasione per gli amaranto, che continueranno ad attaccare senza però impensierire la porte dell’estremo difensore biancorosso. Nemmeno la superiorità numerica nel finale (espulso Defendi per doppia ammonizione) servirà a cambiare la storia del match.
Il Bari esce indenne dal Granillo. Un buon inizio lungo un percorso che si preannuncia ricco di ostacoli.

Tabellini

Reggina (3-4-3) Benassi; Adejo, Lucioni, Ipsa; Maicon, Rigoni (14’st Strasser), De Rose, Barillà; Fischnaller (14’st Di Michele), Gerardi, Louzada (34’st Cocco). A disposizione: Zandrini, Colucci, Contessa, Di Lorenzo. Allenatore Atzori

Bari (3-5-2) Guarna; Ceppitelli, Samnick, Chiosa; Sabelli (39’st Romizi), Sciaudone, De Falco, Defendi, Calderoni; Galano (14’st Marotta), Albadoro (48’st Vosnakidis). A disposizione: Pena, Leonetti, Partipilo, Santeramo. Allenatore Alberti

Arbitro: Merchiori di Ferrara

Ammoniti: Barillà (R), Gerardi (R), Louzada (R), Ceppitelli (B), Marotta (B)

Espulsi: 43’st Defendi per doppia ammonizione

Note: al 24’ del secondo tempo, espulso l’allenatore in seconda Loseto, per proteste

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reggina Bari 0-0 | Sofferenza per i Galletti, ma arriva un punto prezioso

BariToday è in caricamento