Sport

Stellone: "Dobbiamo recuperare terreno. Sarebbe sbagliato sottovalutare il Latina"

Le parole del tecnico biancorosso alla vigilia della gara in trasferta al Francioni. Lontano dal San Nicola il successo manca da inizio settembre: "Momento giusto per una vittoria fuori che manca da tempo"

Al termine di una settimana caratterizzata dalle parole di Gianluca Paparesta, (il quale ha confermato di aver adito le vie legali per riprendersi le quote societarie cedute a Giancaspro, adducendo presunte irregolarità) il Bari è atteso dalla trasferta di Latina. I biancorossi saranno di scena al Francioni domani pomeriggio alle 15.

Dopo il successo in casa contro la Pro Vercelli è fondamentale centrare un risultato positivo per iniziare a dare continuità alla propria marcia e non correre più a singhiozzo come avvenuto fino ad ora. Per farlo il Bari dovrà dare la caccia a una vittoria in trasferta che manca dallo scorso 3 settembre contro il Perugia. Il Latina, terz'ultimo con 10 punti e a secco di vittorie da ben quattro turni e costituisce un'avversario alla portata, pur non avendo mai perso tra le mura amiche.

Un aspetto, quest'ultimo, sul quale si è soffermato anche Roberto Stellone nella conferenza stampa pre-partita. "Il campionato cadetto è difficile - ha esordito il mister biancorosso -. Il Latina sta facendo fatica in trasferta  ma in questo torneo si può soffrire contro chiunque. Sarebbe sbagliato pensare che sia una gara scontata: è così che si rimediano le brutte figure". Il monito dell'allenatore biancorosso è riferito sopratuttto all'approccio alla gara, spesso tallone d'Achille dei galletti in questo primo scorcio di stagione: "Ci vorrà l'atteggiamento delle ultime gare casalinghe.Solo così potremo tornare a casa con punti pesanti. Dobbiamo recuperare terreno e questo è il momento giusto per cercare una vittoria esterna che ci manca da tempo. I tre punti rinforzerebbero il nostro spirito in proiezione delle prossime sfide che ci attendono". 

Per la gara del Francioni il tecnico romano spera di avere tutti a disposizione, a cominciare da Mattia Cassani: "Dovrebbe recuperare in tempo - dice a proposito del terzino -. In settimana, tuttavia, è stato provato anche Capradossi a destra, senza contare che Doumbià, vista la sua duttilità potrebbe adattarsi in quel ruolo. Se Maniero starà bene sarà in coppia con Brienza, mentre Fedele e Romizi sono recuperati".

Rispetto ai prossimi impegni e alle prospettive della sua squadra, Stellone è rimasto cauto ma anche positivo: "Abbiamo ancora tanta strada da fare ma vedo miglioramenti da parte dei ragazzi. Ultimamente abbiamo concesso diversi goal, ma spesso abbiamo anche mantenuto la porta inviolata. Avessimo segnato qualche goal in più si sarebbe notato meno".

Circa la diatriba "Paparesta vs Giancaspro" il mister ha preferito glissare: "Non conosco le dinamiche e non mi interessa nulla. Non c'ero e non ho seguito neanche la conferenza stampa dell'ex presidente. Influenza sui ragazzi? Per niente: pensano solo al Latina". Riguardo il dualismo Micai-Ichazo, Stellone ha poi chiarito: "Avendo due portieri molto forti volevo ruotarli per non creare competizioni. In questa rotazione, Ichazo non ha fatto benissimo, Micai mi è sembrato più pronto a livello mentale ed ho optato per lui".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stellone: "Dobbiamo recuperare terreno. Sarebbe sbagliato sottovalutare il Latina"

BariToday è in caricamento