Mercoledì, 16 Giugno 2021
Sport

Sassuolo-Bari 1-2 | A decidere è l'arbitraggio di Gallione

Il Bari vince la seconda gara a Modena battendo la ex capolista Sassuolo. I biancorossi ringraziano una direzione di gara piuttosto discutibile del direttore di gara che concede due penalty ai galletti trasformati da Marotta

Il Braglia di Modena porta bene al Bari: dopo aver vinto contro i canarini, i biancorossi di Torrente battono a domicilio anche la capolista Sassuolo per 2-1. Il risultato, però, è fortemente condizionato da un arbitraggio decisamente discutibile del direttore di gara Gallione. Due penalty dubbi per il Bari (siglati entrambi da Marotta) e uno negato al Sassuolo.

IL MATCH - Dopo cinque minuti c'è già un episodio controverso: Marchi si trova a tu per tu con Lamanna, lo salta netto e a porta vuota va giu. L'arbitro decide che è tutto regolare e il Sassuolo protesta in maniera veemente. Al 19' altra grande occasione per Marchi: l'attaccante neroverde si ritrova di nuovo davanti a Lamanna che, però, è bravissimo a chiudere lo specchio della porta e a sigillare lo 0-0. Alla mezz'ora si fa vedere il Bari con una botta da fuori di Rivas messa in corner con i pugni da Pomini. La partita viene giocata sottotono e, dopo una mischia su corner in area del Bari, la fine della prima frazione arriva senza nessun altro sussulto. Dopo soli 3 minuti della ripresa è Valeri a sprecare: cross col contagiri da destra di Magnanelli e l'australiano, tutto solo a centro area, spedisce incredibilmente al lato di testa. Al 60' altro episodio controverso: in mischia, Rivas tira in porta e Masucci, vicinissimo al giocatore argentino, colpisce di mano. L'arbitro Gallione concede il penalty e dal dischetto il neoentrato Marotta sigla il suo primo gol in campionato che dà il vantaggio al Bari. Solo due minuti dopo, però, il Sassuolo pareggia: l'altro neoentrato, Boakye, è abilissimo a sfruttare un cross rasoterra da sinistra di Longhi e a trafiggere Lamanna per l'1-1. Al 76' altro lavoro per la moviola: Forestieri va giu in area su un dubbio contatto con Rea e Gallione concede il secondo penalty al Bari. Marotta vince nuovamente il confronto con Pomini e i biancorossi tornano in vantaggio. Il nervosismo regna sovrano e nel finale Gallione completa la sua galleria degli errori non concedendo un rigore che pare sacrosanto per fallo di Crescenzi su Boakye, dopo che Garofalo aveva sprecato l'occasione dell'1-3. Il Bari ringrazia ancora e vince la sua seconda gara in campionato.

LA SVOLTA DEL MATCH - Il Bari è premiato oltre i suoi meriti dalle decisioni dell'arbitro Gallione: due penalty concessi e sia sul primo che sul secondo, la decisione del direttore di gara non convince pienamente. A ciò si aggiunge un rigore che sembra esserci su Boakye non assegnato nel finale. Il Bari fa tesoro di tali decisioni vincendo grazie alla doppietta dal dischetto di Marotta.

DICHIARAZIONI POST-GARA - Felice per i tre punti ma non per la prestazione il tecnico biancorosso Torrente. L'allenatore dei galletti, infatti, come riportato da Calciomercato.com, ammette che il risultato scaturito non è veritiero per quanto visto sul campo: "Devo essere sincero: il Sassuolo meritava di più. Ha giocato meglio e si è dimostrato superiore. Questo non è ancora il mio Bari, dobbiamo lavorare tento per diventare una grande squadra esperta. Per noi era una partita importante in un momento non facile, ma la squadra ha reagito. Dovremmo trasferirci a Modena visto che ci porta così bene il Braglia. Il rigore chiesto da Boakye al 94'? Conosco molto bene Richmond sin dai tempi del Genoa, e so che si tuffa molto bene...".

Recrimina sulle decisioni arbitrali, invece, il tecnico dei neroverdi Pea, espulso durante la gara: "Abbiamo giocato una grandissima partita contro una grandissima squadra, il Bari, che non ha fatto un tiro in porta. Dispiace perché abbiamo perso per gli errori dell'arbitro: il Bari non ha bisogno di questi aiuti. Il metro di giudizio del signor Gallione è stato nettamente diverso: non dico che l'arbitro debba essere infallibile, ma almeno potrebbe sbagliare in egual modo, come giustamente dice Zeman. Mi sembra chiaro che per batterci bisogna darci sempre due rigori contro ed espellere l'allenatore. Il rammarico però è soprattutto per i miei ragazzi, i quali durante la settimana si allenano alla grande e che negli spogliatoi erano abbattuti più per il torto subito che per la sconfitta in sé".

TABELLINO

SASSUOLO(4-3-3) - Pomini: Longhi, Piccioni, Rea, Laverone; Magnanelli, Valeri, Cofie(78'Laribi); Masucci(89'Falcinelli), Marchi(60'Boakye), Sansone. A disposizione: Bassi, Marzoratti, Terranova, Bianchi. Allenatore: Fulvio Pea

BARI(4-3-3) - Lamanna; Crescenzi, Borghese, Claiton, Garofalo; De Falco, Donati, Bellomo(66'Forestieri); Rivas(72'Kopunek), De Paula(56'Marotta), Defendi. A disposizione:  Koprivec, Ceppitelli, Scavone, Caputo. Allenatore: Vincenzo Torrente

Arbitro: Gallione (assistenti Evangelisti-Cini)

Marcatori: 60'rig. e 76'rig. Marotta(B). 62'Boakye(S),

Espulsi: 66' Pea(all.Sassuolo), 91'Forestieri(B)

Ammoniti:  Defendi(B), Masucci(S), Garofalo(B), Claiton(B), Rea(S), Forestieri(B), Borghese(B), Laribi(S)

LE PAGELLE

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sassuolo-Bari 1-2 | A decidere è l'arbitraggio di Gallione

BariToday è in caricamento