Serie C e Serie D rinviano la partenza dei campionati alla metà di settembre

La decisione delle due leghe in attesa della sentenza del Collegio di garanzia del CONI sui ricorsi presentati dalle squadre che ambiscono al ripescaggio in Serie B

De Laurentiis, Sibilia e Tommasi (ANSA)

L'estate di passione del calcio italiano non è ancora finita. Domani partirà la Serie B a 19 squadre, figlia di uno stravolgimento del format dopo le mancate iscrizioni di Avellino, Bari e Cesena e lo stop ai ripescaggi, avvenuti tra mille polemiche (l'Assocalciatori di Tommasi aveva persino minacciato lo sciopero per far slittare le prime due giornate del campionato cadetto).

Ad ogni modo potrebbe essere una partenza effimera poiché il 7 settembre il collegio di garanzia del CONI si esprimerà sulla validità dei ricorsi presentati dalle squadre che ambivano al ripescaggio e un eventuale verdetto che dia loro ragione potrebbe riportare il numero dei partecipanti a 22 (o addirittura a 24).

Si parte a metà settembre, dopo il verdetto del CONI

Questo scenario interessa direttamente anche la Serie C e la Serie D, con altre società che vorrebbero essere ripescate (tra cui anche la neonata SSC Bari). Anche per questo le due leghe rappresentate da Gabriele Gravina e Cosimo Sibilia hanno deciso di comune accordo di posticipare la compilazione dei calendari e l'avvio della stagione agonistica alla metà di settembre quando la situazione si sarà evoluta in maniera punto (si spera) definitiva.

Partenza in ritardo gioca in favore del Bari

Lo slittamento della stagione, ad ogni modo, costituisce un vantaggio per la squadra di De Laurentiis che - anche se non sa ancora con certezza in quale categoria giocherà - sta allestendo una rosa che possa far bene in una serie o nell'altra. Più tardi si parte, più c'è tempo per fare mercato. Da lunedì 21 agosto un misterioso gruppo di giovani, a cui si è aggiunto qualche elemento di esperienza, sta sudando sul campo del Mancini Park Hotel di Roma agli ordini di mister Cornacchini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia resta 'zona arancione', la decisione del ministro Speranza: misure confermate

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • Muore a 53 anni l'avvocata Antonella Buompastore, ex proprietaria del Kursaal Santa Lucia

  • Folle inseguimento a 120 km/h per le strade di Carbonara: arrestato pregiudicato 33enne

  • Calano le occupazioni delle terapie intensive covid in Puglia: migliora anche il trend dei contagi sui tamponi eseguiti

Torna su
BariToday è in caricamento