Sport

Scoppia la 'febbre da rugby' per la sfida del Sei Nazioni under 20: "Scolaresche sugli spalti dello stadio"

Questa mattina è stato presentato il match Italia-Scozia, che si terrà venerdì 16 marzo alle 15 all'Arena della Vittoria. Petruzzelli: "A Bari sorgerà lo Stadio del Rugby"

Meno di due giorni e la febbre per la 'palla ovale' invaderà le strade di Bari. Sarà l'Arena della Vittoria a ospitare venerdì 16 marzo alle 15 la sfida Scozia-Italia di rugby, match valido per il torneo Sei Nazioni under 20, giunto alla sua 117esima edizione.

L'ultima tappa del torneo è stata presentata questa a mattina a Palazzo di Città, durante l'incontro a cui hanno preso parte l'assessore comunale allo Sport Pietro Petruzzelli, il presidente del CONI Puglia, Angelo Giliberto, il presidente del Comitato Organizzativo locale Gennaro Totaro e il presidente dell’Ordine degli Avvocati di Bari Giovanni Stefanì.

Petruzzelli: "Per Bari è una prima volta"

Come ha ricordato Petruzzelli, per la città è una prima volta: mai in passato la Nazionale di rugby aveva calcato l'erba degli impianti in città. Per questo "l'amministrazione - ha spiegato - è davvero orgogliosa di ospitare questo match, che si può definire certamente uno degli eventi sportivi più importanti e attesi quest’anno". La febbre da rugby e football americano ha interessato spesso i piani dell'amministrazione negli ultimi mesi, tanto che a Catino sorgerà uno stadio dedicato ai due sport, finanziato grazie al piano Sport e Periferie del Coni e del Ministero dello Sport. "Tutti gli sport sono interessanti - ha ricordato l'assessore - ma il rugby, a mio parere, si distingue per i valori di eleganza, sportività e correttezza. Per questo motivo mi aspetto, durante la partita di venerdì prossimo, la partecipazione di oltre tremila spettatori che saranno ospitati in un impianto storico e ristrutturato da poco”.

Il Comitato: "Vogliamo coinvolgere anche gli studenti"

L’interesse del pubblico per l’evento c'è, visto anche il numero di biglietti già venduti, come ha ricordato Totaro. "Il nostro obiettivo è rendere la Puglia più ‘rugbista’, in modo che tutti, ma soprattutto i ragazzi, si avvicinino sempre più a questo sport. Abbiamo rivolto la massima attenzione alle scuole, organizzando, a corredo dell’incontro, attività di intrattenimento per le scolaresche pugliesi che stanno dando la loro adesione". L'obiettivo del Comitato organizzativo locale è portare anche gli alunni delle scuole medie sugli spalti, grazie alla collaborazione con Amtab.

“L’Ordine degli Avvocati - ha spiegato Giovanni Stefanì - ha deciso di sostenere questa manifestazione perché i valori del rugby sono molto simili a quelli che permeano l’attività forense: lealtà, senso di responsabilità, rispetto delle regole e spirito di sacrificio. Per questo motivo l’Ordine ha acquistato 70 biglietti da mettere a disposizione delle associazioni di volontariato che ne faranno richiesta”.

 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoppia la 'febbre da rugby' per la sfida del Sei Nazioni under 20: "Scolaresche sugli spalti dello stadio"

BariToday è in caricamento