Sogliano: "Col Cittadella partita attesa a lungo. Rinvio? Ci vuole buon senso"

Il direttore sportivo del Bari è intervenuto in conferenza stampa a tre giorni dal preliminare dei playoff di Serie B contro i veneti

il ds del Bari Sean Sogliano

Dopo un lungo silenzio da parte di allenatore e vertici del club, la dirigenza del Bari torna ad interloquire con la stampa barese attraverso il ds Sean Sogliano, intervenuti in conferenza a tre giorni dall'attesissimo turno preliminare dei playoff contro il Cittadella.

Una gara preceduta da un fuoco incrociato di dichiarazioni da parte di dirigenti di diversi club, volto in maniera neanche troppo velata a influenzare il giudizio della Procura federale in merito al deferimento per presunte irregolarità amministrative commesse dal club di Giancaspro. Circostanza, questa, che nelle scorse ore ha persino messo in dubbio lo svolgimento della partita, dopo le pressanti richieste di rinvio da parte dei veneti.

"Oggi sono qui e parlo per conto di squadra, staff e presidente - ha esordito Sogliano. E' un anno che aspettiamo di giocare questa partita. Sicuramente in questo momento ci sarebbe da parlare di tante cose, ma credo che siamo a pochi giorni da una gara troppo importante, attesa un'intera stagione. Ci saranno grosse emozioni. Il calcio dà e toglie, ma fa provare forti emozioni. Al fischio finale ci saranno lacrime di gioia o di disperazione, ma dopo tante difficoltà è bello arrivare a giocarci una gara del genere. Queste partite si giocano soprattutto per i tifosi e per la città. Sono contento e credo che la squadra non veda l'ora di scendere in campo. Partite del genere è bello giocarle, non vederle da casa come è capitato l'anno scorso. Abbiamo sudato per meritarci questo".

Bari-Cittadella, biglietti in vendita ma c'è il rischio rinvio

"Rinvio playoff? Spero nel buon senso"

Inevitabile parlare di tutto quello che è successo nei giorni scorsi nei quali la dirigenza del Cittadella, rivendicando le proprie ragioni, ha sollevato un vero e proprio polverone, fino alle dichiarazioni di ieri del presidente della Lega B, Balata, il quale non ha escluso alcuno scenario. Neanche il rinvio della partita. "Ci sono persone che possono prendere decisioni (la Procura federale ndr) e noi possiamo solo accettarle. Credo che ci voglia soprattutto buon senso, a tre giorni da una partita così cambiare tutto sarebbe la cosa più strana che possa succedere - ha dichiarato Sogliano -. Se in due mesi di analisi non è stata presa una decisione definitiva non credo che si possa fare con così poco tempo di scarto da una partita così. Nel rispetto di una squadra, di una città e di una tifoseria" 

C'è addirittura chi come il presidente della retrocessa Pro Vercelli ha parlato di campionato falsato: "Il calcio è diventato troppo mediatico, io appartengo ad un calcio che non c'è più. Chiunque ormai può dire ciò che pensa. Una frase del genere lascia il tempo che trova, mi spiace che a dirlo sia chi fa parte di questo mondo e dovrebbe sapere che i punti sudati sul campo non sono stati regalati. Il Bari in 42 partite ha avuto 2 rigori. Quanto abbiamo fatto rimane. Io sono fiducioso perché questa partita vogliamo giocarla, vuole giocarla il Cittadella. L'arbitro sarà all'altezza. Non voglio pensare a niente di negativo, non credo che questa situazione possa ripercuotersi sulla partita".

Spauracchio arbitraggio

Sollecitato dai giornalisti, Sogliano ha commentato anche alcuni precedenti arbitraggi che hanno penalizzato la squadra biancorossa, preferendo però glissare e professando la sua buona fede: "Io sono un uomo di calcio e so benissimo che questa è una partita dove ci sarà pressione per tutti - ha detto -. Chi arbitrerà avrà la voglia di farlo, è una gara prestigiosa. Dobbiamo mettere in campo tutto ciò che abbiamo per portare a casa un risultato positivo. Non voglio pensare ad altro, invece di caricarci ci butteremmo giù. Ci sono episodi giusti o meno, a volte sono errori decisivi ma credo che sabato ci sarà grande attenzione da parte di tutti" 

Gli avversari

A parte ciò che succede nelle aule del Tribunale federale, il Bari non deve perdere di vista il campo, lì dove ad attenderlo ci sarà il Cittadella: "Sono una squadra forte - ha messo in guardia il ds - vengono da un ciclo di 3-4 anni di ottimi risultati, dalla promozione alla conquista dei due playoff. E' certamente un ambiente diverso da Bari. Ogni anno loro partono con meno pressione, ma ciò non vuol dire che non sanno di potersi giocare le proprie carte per andare in Serie A. Le squadre che sono ai playoff sono squadre forti, noi ci siamo perché abbiamo dimostrato di esserlo anche noi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in Puglia undici nuovi casi: cinque contagi registrati nel Barese, i pazienti positivi salgono a 170

  • Coronavirus, salgono i nuovi contagi in Puglia: oggi sono 26, undici in provincia di Bari

  • Coronavirus, in Puglia obbligo di quarantena per chi rientra da Malta, Grecia e Spagna

  • Sei turisti del Lussemburgo in vacanza a Monopoli positivi al covid: il test prima di partire per la Puglia

  • Venti nuovi casi di covid in Puglia, nove nel Barese: "Cittadini rientrati da Grecia, Malta e Lombardia"

  • Sette nuovi casi di Coronavirus in Puglia (su oltre 2200 test): tre sono in provincia di Bari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento