menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Stefano Colantuono

Stefano Colantuono

Colantuono: "Contento per i tifosi, adesso non rilassiamoci. Brescia squadra tosta"

Il tecnico biancorosso ha parlato alla vigilia della partita con il Brescia, gara che aprirà il turno infrasettimanale del campionato di Serie B

Sono passati soltanto due giorni dall'esaltante vittoria conquistata dal Bari sul campo del Benevento ma è già tempo di una nuova vigilia. I biancorossi torneranno in campo domani sera al San Nicola nell'anticipo del ventottesimo turno di Serie B contro il Brescia

La vittoria contro i campani ha rinnovato l'entusiasmo dell'ambiente biancorosso proiettando la squadra al quinto posto in classifica, Stefano Colantuono però ha invitato tutti a mantenere alta la concentrazione in vista della gara con le rondinelle. "Non dobbiamo affatto cullarci della vittoria di venerdì - ha esordito nella consueta conferenza stampa pre-partita -. Se si vuole crescere non si può pensare troppo al passato. Quando finisce una partita deve andare subito in archivio. Lasciamo gioire i tifosi, com'è giusto che sia. Sono contento che finalmente abbiano fatto un viaggio di ritorno felice. Sotto questo aspetto credo che sia meglio tornare subito in campo. Ora testa al Brescia. Poi penseremo a Frosinone, Entella, e le altre".

Sul rischio di un eventuale rilassamento il tecnico è stato chiaro, contro la squadra di Brocchi la guardia deve rimanere altissima: "Non accetto cali di tensione. A maggior ragione contro un avversario come il Brescia, reduce dalla vittoria col Cittadella. Una squadra con molti giocatori interessanti e gente come Caracciolo che fa la differenza in B. In passato hanno raccolto meno di quanto meritassero. Dovremo stare molto attenti e non guardare la classifica. Senza umiltà in questo campionato fai poca strada";

Visto l'impegno ravvicinato il mister potrebbe cambiare qualcosa negli interpreti. "Macek non ci sarà e qualcuno come Capradossi, ha qualche problemino. Non sono cose gravi ma devo valutare bene. Ci sono ancora ventiquattro ore, c'è ancora tempo per decidere. Abbiamo tanti giocatori all'altezza, non tutti ancora in condizione. Dobbiamo dargli la possibilità di recuperare. Il turnover se fatto bene è una risorsa".

Tornando alla partita con tanti goal del VIgorito qualcuno ha sollevato dubbi sulla tenuta difensiva dei biancorossi ma Colantuono ha giustificato l'atteggiamento dei suoi. "E' stato sottolineato il fatto che abbiamo preso tre reti. Su questo tengo a precisare: c'è sempre qualcosa da migliorare ma avevamo di fronte una squadra forte con giocatori veloci che hanno creato difficoltà a chiunque. Nonostante ciò abbiamo fatto quattro gol, un'impresa non facile. So chiudermi anche io ma così si va a perdere peso offensivo. Per vincere le partite c'è bisogno di segnare. Per questo facciamo pressing alto, andiamo coi difensori uno contro uno. Giocando così, inevitabilmente qualcosa finisci col concederlo".

La vittoria ha dato entusiasmo ma con essa aumentano le pressioni: "Noi vogliamo vincere per fare contenti i tifosi e vedere lo stadio pieno. Le pressioni? Non mi interessano. L'entusiasmo del pubblico deve essere un compagno di squadra non un qualcosa che ti fa perdere qual è il reale obiettivo. Mi auguro di vedere presto il San Nicola pieno. Ho visto un video in rete di qualche anno fa e sono rimasto impressionato". Il Bari occupa ora il quinto posto ma Colantuono sa bene che è tutto ancora in discussione: "La classifica è molto, molto corta. Rispetto a novembre si è accorciata ulteriormente. Guardate Trapani e l'Avellino che stanno risalendo. Ma chiaramente non siamo ancora al tempo dei verdetti. Resto convinto che ad aprile trarremo molte conclusioni sull'esito del campionato. Sky ci definisce una corazzata? Le corazzate si possono giudicare tali solo alla fine".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Vendita e Affitto

Attico di lusso nel cuore di Bari: un sogno a due passi dal mare dove il fascino dell'antico si sposa all'eleganza del moderno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento