Giovedì, 23 Settembre 2021
Sport

Colantuono: "Contento degli arrivi. Vogliamo un girone di ritorno scoppiettante"

Il tecnico biancorosso ha parlato alla vigilia della gara contro il Cittadella. Tanta i temi, dal mercato ancora aperto alle prospettive e agli obiettivi del girone di ritorno

Con il calciomercato ancora nel vivo il campionato di Serie B si avvia alla ripresa. Domani pomeriggio il Bari, che ha appena accolto Floro Flores, farà visita al Cittadella. Contro i veneti, alla prima giornata d'andata arrivò una cocente sconfitta, un risultato che iniziò a minare le certezze della gestione di Roberto Stellone. Oggi sulla panchina biancorossa siede Stefano Colantuono, il quale nella consueta conferenza stampa pre-partita ha già dichiarato il proprio intento di iniziare un girone di ritorno 'scoppiettante' a partire dalla gara del Tombolato.

“Quanti punti mi aspetto nel girone di ritorno? Quelli che servono per fare qualcosa di bello, magari di importante” ha esordito l'allenatore del Bari -.  “No, siamo una squadra diversa. Siamo attardati rispetto a loro. Le altre potranno gestire, noi no. Dovremo fare un gran girone di ritorno. A fine campionato tireremo una linea e vedremo dove saremo finiti. Ora dobbiamo fare un girone di ritorno scoppiettante”.

IL MERCATO - Colantuono si è detto soddisfatto del lavoro svolto fin qui dalla dirigenza biancorossa: “Sono state condotte buone operazioni - ha detto -,  E' stato molto bravo Sogliano perché i giocatori che sono arrivati avevano mercato anche da parte di altre squadre. L’acquisto di Floro Flores è importante, è stato bravo a chiuderlo a volo”. L'opera di rafforzamento, che ha già visto quattro arrivi, tuttavia potrebbe non essere ancora conclusa: “Qualcosa ancora faremo, dobbiamo puntellare in maniera decisiva questo gruppo che nelle mie partite ha fatto cose importanti nonostante infortuni e squalifiche. Abbiamo necessità di dare ulteriore linfa a questo gruppo. Poi ci sarà anche qualche operazione in uscita”. Le operazioni di mercato biancorosse, ad ogni modo, potrebbeo non essera ancora concluse (mancano ancora un regista e un altro attaccante): “Vale il discorso che facevo prima, è ancora in evoluzione, il mercato è così. Ancora qualcosa vorremmo fare ma non possiamo dirlo con certezza”.

FLORO FLORES - Sul neo-acquisto dal Chievo l'allenatore dei galletti è stato chiaro: “L’ho visto poco. Ma per lui parla la sua carriera. Verrà subito con noi a Cittadella (indosserà la maglia numero 33 ndr). E’ un attaccante che dove ha giocato ha fatto sempre bene. Se hai la fortuna di poterlo prendere lo prendi". Colantuono però precisa: "Non aspettiamoci subito grandi cose dai nuovi arrivati. Chi arriva a gennaio, solitamente, non stava trovando spazio nel proprio club. Inizialmente ci può stare che abbiano qualche difficoltà, vanno aspettati, ma sono giocatori di indubbio valore.” Un parere anche sul giovane Macek: “E’ stata un’intuizione di Sogliano,  non lo conoscevo. E’ un giocatore veramente molto interessante”.

LA SOSTA E GLI INFORTUNATI - Il tecnico romano non si è detto preoccupato dalla lunga sosta di gennaio: “E’ sempre la stessa, non è diversa dagli scorsi anni. A noi anzi è servita per recuperare qualche giocatore infortunato”. In tema di indisponibilità non prenderanno parte alla gara del Tombolato Moras, Ivan e Doumbia, mentre ci sarà Di Cesare. Non verrà convocato Valiani che ha trovato l’accordo con una nuova società (il Pisa ndr) che a detta del tecnico "gli farà un contratto più lungo”.

IL CITTADELLA - Colantuono ha mostrato grande rispetto per gli avversari di domani: “Tanti giudicano il Cittadella come una sorpresa, forse perché l’anno scorso erano in Lega Pro. Io però conosco il loro allenatore da quando facemmo il corso insieme, non è una sorpresa. E’ una squadra che gioca e lotta, hanno un ds capace che sa scegliere i giocatori". Rispetto per i veneti che occupano il quinto posto, ma il Bari ha voglia di iniziare il girone di ritorno col piede giusto: "Vogliamo fare una partita importante, ne abbiamo i mezzi. Il Cittadella non pareggia mai? Noi abbiamo il dovere di fare un certo tipo di partita, dobbiamo recuperare terreno. Ci vuole una gara propositiva con l’obiettivo di portare a casa l’intera posta, rispettando l’avversario”.

MERCATO FONTE DI DISTRAZIONE -  Con le negoziazioni ancora aperte e molti giocatori in procinto di cambiar maglia (vedi Romizi, De Luca e Valiani, giusto per citarne alcuni) in questo periodo la concentrazione di certi elementi può non essere massima. Colantuono lo sa ma non fa drammi: “E' un discorso che vale per tutte le squadre, qui deve essere bravo l’allenatore a tenerli sul pezzo. I calciatori sanno che fin quando sono stipendiati dal Bari devono metterci il massimo impegno. Ci sono tante situazioni, ma io ripeto sempre, fin quando si sta qui bisogna sputare sangue. Poi non è che se uno sbaglia la partita automaticamente è per il mercato, io garantisco sulla professionalità dei ragazzi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colantuono: "Contento degli arrivi. Vogliamo un girone di ritorno scoppiettante"

BariToday è in caricamento