Colantuono: "Contro il Pisa in emergenza ma non deve essere un alibi"

Il tecnico del Bari ha parlato in conferenza stampa della partita di domani sera: "Contento per il Pisa. Abbiamo i giocatori contati ma qualcosa ci inventeremo"

Stefano Colantuono

Trasferta a dir poco impegnativa per il Bari, atteso domani sul campo del Pisa. La gara di anticipo del torneo cadetto si presenta come un ostacolo difficile da superare principalmente per due motivi. Il primo è il fattore ambientale: il club toscano sembra salvo dal baratro, con la famiglia Petroni intenzionata ad accettare l'offerta per la cessione del club al gruppo Corrado. Una vittoria per i tifosi toscani, che avevano addirittura minacciato di non far giocare la gara con il Bari. Facile prevedere una vera e propria bolgia all'Arena Garibaldi. Il secondo ostacolo invece è rappresentato dai problemi di formazione del Bari, a cui mancherà anche Basha, squalificato con la prova tv, oltre a tanti infortunati.

Della partita di domani ha parlato nell'abituale conferenza pre-partita il tecnico biancorosso Stefano Colantuono. Ecco le sue risposte ai cronisti presenti in sala stampa:

Assalto alla Torre?
"E' una bella partita. Sono contento che si giochi per Pisa e per i pisani. E' una società a cui sono molto legato. Ho giocato lì quasi 30 anni fa, quando il presidente era il mitico Romeo Anconetani. Sono molto legato alla città e sono contento siano riusciti a risolvere le loro problematiche. Fu una stagione intensa, non finì benissimo ma ci togliemmo soddisfazioni, vincemmo la Mitropa Cup. E' una piazza a cui sono legato, ho tanti amici lì".

Torni lì per prendere i tre punti...
"Normale, domani saremo avversari. Vogliamo dare continuità ai risultati, abbiamo bisogno di questo. Mai nemici, ma sempre amici".

Il Bari statisticamente si comporta bene negli anticipi
"Non lo sapevo. Speriamo continui questo trend...".

Situazione d'emergenza?
"Grandi problemi a cui si è aggiunta la squalifica di Basha. Siamo ridotti all'osso, abbiamo tante difficoltà. Tanti diffidati a centrocampo, ci stiamo scervellando. La squalifica di Basha ci crea problemi ma non deve essere un alibi per noi. Undici giocatori li abbiamo, partiremo in venti. Il percorso si complica, dovremo pensare anche alla partita prossima. Abbiamo cinque diffidati e solo tre centrocampisti di ruolo".

Che Pisa ti aspetti?
"Nonostante i problemi che hanno avuto hanno una classifica di tutto rispetto. Bisogna dare merito a Gattuso e i suoi ragazzi, sono stati professionali al massimo. Hanno valori morali. Saranno galvanizzati per aver risolto i problemi societari, ci vorrà attenzione".

Segnano poco e non subiscono quasi nulla...
"E' una squadra ostica, con carattere. Gattuso li ha plasmati bene. Io ho vissuto una situazione simile alla loro in cui giochi senza essere pagato. E' una situazione fastidiosa, lui è stato bravo. Risolti i problemi societari diventa più difficile perché i loro avranno slancio".

Porterà qualche giovane?
"Non abbiamo grandi scelte. In settimana abbiamo provato alcuni ragazzi anche in altri ruoli nel caso vi fosse la necessità. Forse faremo qualcosa di diverso a livello tattico. Dobbiamo adattarci alle difficoltà. Non vorrei trovarmi a giocare senza centrocampisti per la gara in casa"

Furlan e Fedato possono tornare utili in altri ruoli?
"Furlan ha giocato quando abbiamo fatto il 4-3-3. Fedato quando sono arrivato aveva un problema alla mano. Loro prediligono giocare in una zona del campo. In grande emergenza, se ci sarà bisogno di adattarsi, lo faranno",

E' possibile la difesa a tre?
"E' un'eventualità. Vorrei continuare un certo tipo di discorso ma senza stravolgere tutto. Qualcosa potrei rimodellare a livello tattico. Secondo me però meno probabile rispetto al 4-4-2". 

Domani sera ci sarà un'atmosfera calda a Pisa...
"Certo siamo pronti. Noi non vorremmo mai essere schiacciati, ma il campionato di B vive varie fasi. Dobbiamo migliorare, la squadra ha fatto bene in queste gare, 7 punti in quattro partite difficili. A livello di organico la Salernitana è una grande squadra. Ora dobbiamo fare i punti per non rimanere attardati in classifica".

Ivan e Martinho rientrano prima della sosta?
"No, credo proprio di no. Li riavremo a disposizione nel 2017. Il problema è che ad essi si è aggiunto anche Basha. Ciò che mi dispiace è che dobbiamo pensare a questa partita ma guardare anche al prossimo impegno. Sarà dura evitare cartellini. L'ammonizione è dietro l'angolo con le nuove regole. Non ho mai tenuto conto dei diffidati in carriera".

Come sta Maniero sul piano fisico e mentale?
"Il sistema Colantuono non è nulla di speciale, giochiamo con 2 attaccanti come ho sempre giocato. Ho pure messo il trequartista per sostenere maggiormente le due punte. Non gli sto chiedendo di fare cose impossibili. Maniero fa ciò che ha sempre fatto, l'attaccante con un compagno vicino e un rifinitore. Per ritrovare la condizione persa per un problema fisico, e quando tornerà a far goal ritroverete quel giocatore che conoscete. Va lasciato sereno. Tutti gli attaccanti soffrono quando non segnano".

C'è speranza di vedere qualche primavera?
"Ci sono giovani interessanti, ma non viviamo un momento d'entusiasmo particolare. Non possiamo fare esperimenti, sono partite stressanti, mi affido a giocatori che conoscono meglio la categoria. Tra i ragazzi di Urbano ci sono elementi interessanti"

Cosa vorrebbe per Natale?
"Mi piacerebbe finire prima della sosta con una classifica giusta che ci possa permettere nel girone di ritorno di fare ciò che credo che possiamo fare. Una bella classifica con una striscia positiva".

Castrovilli?
"Lavora con me da una settimana. E' uno dei giocatori più promettenti che abbiamo. Se giocasse mezz'ala lo farebbe da adattato, perché lui ha sempre giocato davanti. E' un ragazzo su cui bisogna lavorare perché promette. Scalera? Anche mi piace molto, ma in quel ruolo siamo coperti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Squalifica Basha?
"Non so se crea un precedente. E' la prima volta che mi succede. Onestamente non voglio fare polemica con nessuno, se il regolamento lo prevede va bene. A me però sembra una cosa insolita".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Chiude dopo più di 20 anni il Disney Store di via Sparano a Bari: a rischio 13 lavoratori, proclamato sciopero

  • Operatrice positiva al Covid, chiude asilo nido a Bari

  • Positiva al covid rompe la quarantena ed esce a fare la spesa: denunciata una donna nel Barese

  • A Bari vecchia 38 positivi al Covid e Decaro mette in guardia i residenti: "A breve confronto con i gestori dei locali"

  • Incendio a Valenzano: fiamme nelle vicinanze delle palazzine, avvertite anche delle esplosioni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento