menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I giovani atleti del taekwondo barese in Comune: premiata l'associazione 'Bek Doo San'

I ragazzi e le ragazze sono stati protagonisti di un'ottima prestazione in un torneo internazionale svoltosi recentemente a Tirana, in Albania

Cerimonia di premiazione, questa mattina, a Palazzo di Città, per gli atleti e i maestri dell'associazione 'Bek Doo San Taekwondo Bari', dopo il successo ottenuto nel campionato internazionale 'Città di Tirana - Sezione Squadre' svoltosi nei giorni scorsi nella capitale albanese. L'assessore allo Sport Pietro Petruzzelli ha consegnato un riconoscimento al maestro Luigi Clemente, cintura nera 6° dan di taekwondo e ad alcuni dei giovani atleti che hanno partecipato all'evento: "“Questo è un piccolo riconoscimento - ha detto l’assessore Petruzzelli - che l’amministrazione ha voluto testimoniare per l’impegno, la tenacia e la pazienza di questi ragazzi che si cimentano in questa bella disciplina sportiva, il taekwondo, che non sembra essere tenuta in adeguata considerazione dai mass media sebbene si tratti di uno sport che richiede applicazione e sacrificio. Oggi cogliamo l’occasione per ricordare gli ottimi risultati ottenuti dalla Bek Doo San del maestro Gigi Clemente, i cui atleti si sono distinti nel campionato internazionale disputato quest’anno a Tirana, in Albania”.

Il maestro Luigi Clemente ha spiegato la bellezza e la storia di una disciplina come il Taekwondo, antica di duemila anni: "E' stata inserita - ha dichiarato - nel programma olimpico nel 1988 a Seul, e poi riconosciuta come disciplina ufficiale nel 2000 a Sidney. Tra i migliori risultati conseguiti dai nostri colori, ricordiamo la medaglia d’oro conquistata da Carlo Molfetta a Londra nel 2012, alla quale si è aggiunto il bronzo di Mauro Sarmiento nella stessa olimpiade. Un argento era stato conquistato, sempre da Sarmiento, quattro anni prima in Cina. Riguardo ai miei giovanissimi ragazzi, devo dire che vanno applauditi e sostenuti perché si sono impegnati molto, qualcuno ha disputato a Tirana addirittura cinque incontri, e hanno ben rappresentato i colori di Bari a livello internazionale. Infine, il titolo di vicecampioni italiani, un risultato non trascurabile. Per il futuro, è previsto una probabile trasferta in Austria l’anno prossimo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento