menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto © SSC Bari

foto © SSC Bari

Teramo-Bari 2-1: al Bonolis succede di tutto, Galletti k.o. e a -11 dalla Ternana

Antenucci porta avanti i suoi nel primo tempo, a inizio ripresa errore dal dischetto di Marras. Poi due rigori sbagliati dagli abruzzesi (e rosso a Semenzato), Bombagi pareggia e poi raddoppia

Beffa atroce per il Bari, sconfitto 1-2 in rimonta sul campo del Teramo. Dopo essere passata in vantaggio con Antenucci al 24', la squadra di Auteri ha fallito un calcio di rigore all'inizio del secondo tempo con Marras. Dal potenziale vantaggio, i biancorossi si sono ritrovati in una situazione completamente capovolta: due rigori consecutivi per il Teramo (entrambi respinti da Frattali), inframmezzati dall'espulsione di Semenzato. Sul secondo penalty Bombagi ha trovato la rete del pari per gli abruzzesi e ha poi condotto alla vittoria i suoi segnando il gol del definitivo 2-1.

Risultato pesantissimo per il Bari, per come è maturato e soprattutto perché la Ternana ha vinto ancora una volta battendo 3-1 la Paganese. Ora il distacco dagli umbri è di 11 punti e la possibilità di recuperare la prima posizione sembra quanto mai lontana con lo spettro playoff sempre più concreto.

Teramo-Bari, la cronaca

La prima occasione dell'incontro la crea il Bari al quarto d'ora: Marras con l'esterno pesca Antenucci in area di rigore, destro alto del numero 7 biancorosso che non inquadra lo specchio della porta. Prova subito a rispondere il Teramo al minuto 17: Vitturini va sul fondo e crossa in area, Bombagi di testa spara alto sopra la traversa. Al 20' grande opportunità per gli abruzzesi: Costa Ferreira da sinistra vede Santoro appostato al centro dell'area, decisivo l'intervento in chiusura di Di Cesare. Il vantaggio del Bari arriva al 24': Ciofani serve Marras sulla trequarti, il 10 verticalizza per Antenucci che beffa Lewandowski con un tocco morbido. Grande chance per il Teramo al 35': Costa Ferreira va sul fondo e serve Pinzauti, colpo di testa sul primo palo fuori di poco alla sinistra della porta difesa da Frattali. Un minuto più tardi ci prova Mungo con un tiro di controbalzo, attento il portiere dei Galletti. Il primo tempo va in archivio con la squadra di Auteri in vantaggio di un gol.

La ripresa inizia con gli stessi protagonisti del primo tempo. Dopo un paio di minuti Rolando crea scompiglio a sinistra, il pallone messo in mezzo dall'ex Reggina viene respinto coi pugni da Lewandowski, la sfera finisce ad Antenucci che calcia di prima intenzione ma il tenativo termina sul fondo con una deviazione di Candellone. Al 49' è Marras a provare la battuta a rete con un'acrobazia ma il pallone si perde alto. Calcio di rigore a favore del Bari al 53': Candellone viene atterrato da Soprano nell'area abruzzese, l'arbitro indica subito il dischetto. Dagli 11 metri va di nuovo Marras che questa volta si fa respingere la massima punizione da Lewandowski, Semenzato prova a ribattere a rete ma il portiere polacco para anche questa. Pericoloso il Teramo al 62' con un colpo di testa di Mungo che non inquadra lo specchio, nell'occasione restano a terra il centrocampista abruzzese e Ciofani. Vicinissimo al pari il Teramo al 66': formidabile cross di Tentardini dalla sinistra, colpo di testa di Bombagi indirizzato all'incrocio, vola Frattali che salva i suoi e resta anche contuso nell'occasione. Teramo ancora pericoloso da calcio d'angolo, Soprano anticipa Di Cesare, para ancora Frattali. Al 70' un altro calcio di rigore, questa volta per i padroni di casa per un sospetto tocco di mano di Semenzato. Dal dischetto va Arrigoni, Frattali respinge e sulla ribattuta Semenzato commette fallo e l'arbitro concede un altro rigore, espellendo anche il calciatore del Bari per doppia ammonizione. Questa volta dagli 11 metri si presenta Bombagi che si fa parare a sua volta il rigore da Frattali ma è lesto a ribadire in rete all'opposizione del portiere biancorosso. Incredibile beffa per il Bari, ora anche in inferiorità numerica. Doppio cambio per Auteri che inserisce Bianco e Sarzi per Candellone e Lollo ma al 79' gli aprutini raddoppiano, ancora con Bombagi, bestia nera dei Galletti che aveva già segnato all'andata al San Nicola. In vantaggio di un gol e di un uomo il Teramo amministra gli ultimi minuti di partita, a nulla serve l'ingresso di Citro e Maita nel finale. 

Teramo-Bari 2-1: il tabellino

TERAMO (3-5-2): Lewandowski; Vitturini, Soprano, Piacentini, Tentardini; Mungo (81' Ilari), Arrigoni, Santoro; Bombagi, Pinzauti (74' Gerbi), Costa Ferreira. A disp.: Valentini, D’Egidio, Trasciani, Cappa, Romanucci, Di Francesco, Lombardi. All. Paci

BARI (3-4-3): Frattali, Ciofani (87' Citro), Sabbione, Di Cesare, Semenzato, De Risio (87' Maita), Lollo (76' Sarzi), Rolando; Marras, Antenucci, Candellone (76' Bianco). A disp.: Marfella, Fiory, Perrotta, Celiento, Minelli. All. Auteri

Arbitro: Gualtieri di Asti
Assistenti: Perrelli – Dicosta
IV: Cudini

Marcatori: 24' Antenucci (B), 75', 79' Bombagi (T)
Note - ammoniti Lollo, Marras, De Risio, Semenzato, Bianco, Rolando, Auteri (B), Mungo, Vitturini, Lewandowski, Arrigoni (T). Espulso Semenzato (B) al 73' per doppia ammonizione. Marras (B) rigore sbagliato al 54', Arrigoni (T) rigore sbagliato al 71', Bombagi (T) rigore sbagliato al 75'. Recupero 1' pt, 6' st.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento