Giovedì, 17 Giugno 2021
Sport

Bari, si studia l'11 anti-Crotone. Panchina d'oro di LegaPro per Torrente

Sabato, dopo la sosta, il campionato di serie B riprenderà la sua corsa con il Bari, alle prese con tante assenze, che ospiterà il Crotone. Nel frattempo il tecnico Torrente ha vinto la 'Panchina d'oro' di Lega Pro per la stagione 2010-11

Dopo il sabato di riposo dovuto alla sosta del campionato, per il Bari è nuovamente ora di pensare al prossimo impegno sul campo: sabato prossimo, infatti, in quella che sarà la ventinovesima giornata di serie B, la formazione biancorossa ospiterà al San Nicola il Crotone.

Una partita che vedrà, per forza di cose, un Bari inedito: nella gara contro i rossoblu, infatti, ci saranno molte assenze pesanti fra i galletti che costringeranno il tecnico Vincenzo Torrente a varare una formazione mai vista finora. Gli squalificati sono ben tre e rispondono alla coppia di centrali difensivi Borghese-Ceppitelli a cui si aggiunge il capitano Francesco Caputo, vittima dei 45 giorni di stop per la vicenda, ormai nota, risalente alla stagione 2009-10. Al centro della difesa, quindi, giocherà sicuramente Polenta, mentre lo staff tecnico biancorosso sta facendo di tutto per recuperare il brasiliano Claiton: il difensore ex Varese è da circa due mesi alle prese con problemi muscolari che ne mettono ancora in dubbio la sua presenza sabato. Se il difensore sudamericano dovesse nuovamente dare forfait, molto probabile l'utilizzo di Masi. Al posto di Caputo, invece, grosse chances per vedere per la prima volta da titolare l'argentino Castillo: l'esperto 'puntero' ex Pisa dovrebbe partire dal primo minuto e fare staffetta con l'altro corazziere Kutuzov. Più improbabile, invece, l'ipotesi di vedere un Bari 'Barça style' con un trio offensivo formato da tre piccoli con l'inserimento di Galano assieme a Forestieri e Stoian.

I grattacapi per Torrente, però, non finiscono qui: in mediana, nonostante il rientro di De Falco che ha scontato il suo turno di squalifica, le condizioni di Romizi sono ancora non ottimali. Se l'ex giocatore della Fiorentina, uscito malconcio dal match di Livorno, non dovesse recuperare, grosse possibilità di vedere nuovamente titolare Scavone perchè l'alternativa, l'ungherese Adam Simon, è sembrata ancora un po' avulsa dagli schemi del tecnico di Cetara nella gara contro i labronici.

Nel frattempo, però, Torrente ha di che sorridere: l'ex tecnico del Gubbio, infatti, ha vinto la 'Panchina d'oro' di Lega Pro per la stagione 2010-11. Il riconoscimento, che premia il miglior allenatore della stagione passata grazie ai voti degli stessi tecnici, arriva dopo l'ottimo lavoro svolto dall'attuale mister biancorosso nel bienno 2009-2011 quando, sulla panchina degli umbri, centrò il doppio salto di categoria portando la formazione rossoblu dalla Seconda Divisione alla serie B. "Mi fa molto piacere ricevere la Panchina d'Oro: sono contentissimo perchè questo riconoscimento mi è stato assegnato dai miei colleghi - ha dichiarato ai microfoni di TuttoLegaPro Vincenzo Torrente -. Penso non ci possa essere soddisfazione più grande che veder riconosciuto il proprio lavoro dagli addetti ai lavori, ma soprattutto dai colleghi. Ci tengo a ringraziare tutti di cuore, perchè è una soddisfazione stupenda".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bari, si studia l'11 anti-Crotone. Panchina d'oro di LegaPro per Torrente

BariToday è in caricamento