Trofeo Tim 2012: vince l'Inter di Stramaccioni, Juve e Milan ko

Nel triangolare di lusso disputato al San Nicola trionfano i nerazzurri, che battono prima la squadra di Conte 1-0, poi i cugini rossoneri 2-1. Lo spettacolo c'è, ma piovono critiche sulle condizioni del campo di gioco

Si conclude con un 'doppio colpo' e con la vittoria dell'Inter la dodicesima edizione del Trofeo Tim. Nel triangolare di lusso disputato ieri al San Nicola i nerazzurri di Andrea Stramaccioni battono prima la Juve di Conte 1-0, poi il Milan 2-1.

Nonostante le assenze importanti dei nazionali reduci dall'Europeo, il primo grande appuntamento del calcio estivo è stato un buon test per valutare lo stato di forma delle squadre e l'inserimento dei nuovi arrivi dopo i primissimi giorni di ritiro. A fare la differenza per i nerazzurri anche il fatto di essere più avanti nella preparazione per via dell'imminente impegno nel preliminare di Europa League. Gli uomini di Stramaccioni hanno saputo sfruttare al meglio le occasioni costruite nelle due gare grazie alle invenzioni di Milito, play maker avanzato in grado di esaltare le doti dei compagni reparto Coutinho e Palacio.

LO SPETTACOLO IN CAMPO - Il brasiliano Coutinho é stato premiato come migliore giocatore della manifestazione. Nella prima gara, Inter-Juventus, i campioni d'Italia non hanno demeritato. Il 3-5-2 di Antonio Conte è già interpretato a memoria dai bianconeri ed è apparso già avanzato l'inserimento nella linea mediana del neoacquisto Asamoah, particolarmente convincente sulla sinistra. In avanti Quagliarella ha mostrato personalità e una forma migliore rispetto a Matri, ancora in ritardo di condizione. Da rivedere il difensore Lucio: l'ex interista è stato fischiatissimo da parte dei suoi tifosi di ieri ed è stato protagonista in negativo nell'azione del gol di Coutinho (servito da Milito). La potenza atletica e balistica di Boateng non è bastata a nascondere le difficoltà del Milan nelle due gare: la squadra, priva di due pilastri come Ibra e Thiago Silva, deve rafforzare la propria identità di gioco, ma tra le note liete c'é da registrare la crescita di El Shaarawy, mentre la difesa, battuta su rigore dalla Juve (con Vucinic) e due volte dall'Inter (Guarin e Palacio), ha avuto qualche amnesia di troppo. Mattatore della sfida Milan-Juve è stato il montenegrino Vucinic, in grado non solo di conquistare e trasformare un tiro dagli 11 metri, ma anche di trascinare l'intera squadra, offrendo ai compagni un puntuale riferimento nelle trame offensive. Applauditissimo dai numerosi tifosi bianconeri sugli spalti il cileno Vidal, la cui tenuta atletica è apparsa già buona. Per Conte un po' apprensione causa tre infortuni rimediati nel finale di gara con il Milan: sono usciti per acciacchi muscolari Pepe e Vucinic, mentre Caceres è tornato negli spogliatoi in barella. Si teme una distorsione al ginocchio sinistro. Nel derby Inter-Milan, dopo il vantaggio di El Sharaawy, i nerazzurri hanno avuto la meglio su un avversario con tanti giovani in campo. L'11 di Massimiliano Allegri ha tenuto finché c'é stato in campo Boateng, poi la classe di Milito e l'esperienza di Cambiasso hanno creato le condizioni per il successo finale, salutato dalla festosa cornice di pubblico del San Nicola.

LE POLEMICHE SUL SAN NICOLA - Nonostante lo spettacolo calcistico non sia mancato, la manifestazione non si chiude con un bilancio completamente positivo per la città di Bari. A finire nel mirino delle critiche di addetti ai lavori e cronisti sportivi, le condizioni del campo di gioco, colpevoli di vare provocato molti infortuni nel corso dei tre match. Un aspetto messo in risalto da siti e giornali sportivi - Gazzetta dello Sport in testa - che riportano le dichiarazioni fatte ieri da Antonio Conte, che si è detto dispiaciuto per gli infortuni (la Juve ne ha subiti tre, il più serio di Caceres), causati da un terreno di gioco sabbioso e scivoloso, decisamente "non all'altezza" dell'evento.

Una polemica che, archiviata la manifestazione calcistica, è di sicuro destinata ad avere un seguito. La stessa decisione di ospitare ancora una volta il Trofeo Tim, in un momento decisamente difficile per la squadra di casa e con il San Nicola con evidenti problemi di manutenzione, aveva suscitato numerose critiche, alle quali il sindaco aveva risposto ribadendo la volontà del Comune di non farsi carico delle spese per sistemare lo stadio. Chissà se le critiche al San Nicola rimediate ieri a livello nazionale potranno incidere in qualche modo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali Puglia 2020: i risultati delle liste, preferenze e consiglieri eletti

  • Elezioni Regionali Puglia 2020: i risultati in diretta

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Regionali Puglia 2020, chiusi i seggi nella prima giornata di voto: corsa a otto per la presidenza

  • Regionali Puglia 2020, i risultati: preferenze consiglieri Partito Democratico

  • Regionali Puglia 2020: i risultati | Percentuali e voti dei candidati presidente

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento