Bari Università del canottaggio italiano, accordo tra Uniba e Federazione: "I migliori talenti potranno studiare qui"

L'accordo prevede un percorso ad hoc per studenti e atleti anche attraverso scontistiche e flessibilità su calendari di gare ed allenamenti: a giorni la firma

I più promettenti canottieri italiani potranno studiare a Bari con un percorso ad hoc per studenti e atleti anche attraverso scontistiche e flessibilità su calendari di gare ed allenamenti: manca solo la firma all'accordo tra il rettore dell'Università di Bari, Antonio Uricchio, e il presidente della Federazione Italiana Canottaggio, Giuseppe Abbagnale che consentirà all'ateneo del capoluogo pugliese di attrarre i migliori talenti nazionali di questo sport, fando la possibilità di un accesso diretto al corso di studio in Scienze Motorie per gli atleti di interesse nazionale. L'intesa prevederà anche un impegno compune su  ricerca applicata, formazione continua e riqualificazione dei tecnici sportiv

“E’ il compimento di un percorso virtuoso - dichiara il Rettore Uricchio - iniziato nel 2016, un anno centrale per il rapporto tra UNIBA e canottaggio. Infatti, nell’arco di pochi mesi, nell’estate 2016, l’Ateneo si dotava del Regolamento Studenti Atleti e il più importante canottiere della nazionale, Domenico Montrone, nostro studente, vinceva la medaglia di bronzo nel 4- alle Olimpiadi di Rio de Janeiro. Sono già tanti i canottieri di interesse nazionale che hanno scelto Bari come sede per i propri studi (oltre Domenico Montrone, Catello Amarante, Emanuele Fiume, Raffaele Giulivo, Andrea Maestrale, Paola Piazzolla, Clara Guerra, Asja Maregotto) - chiosa Silvio Tafuri, Presidente del Comitato per lo Sport Universitario – e nei prossimi Campionati Mondiali Universitari di Canottaggio che si terranno in Cina, sono ben 4 gli studenti UNIBA convocati. Presenze di nostri studenti sono previste anche nei mondiali U23 e assoluti. Crediamo strategico questo investimento perché, come diceva Pocock, il canottaggio consente di ottenere, per coloro che lo praticano, il massimo della mente, del cuore e del corpo”.

"Con il protocollo che sarà firmato con Uniba la Federazione Italiana Canottaggio arricchisce il ventaglio delle offerte per la formazione universitaria - afferma il Presidente Giuseppe Abbagnale, che aggiunge -. Ritengo che l'attività di alto livello non debba precludere agli atleti e alle atleti di poter perseguire l'ottenimento di un'adeguata formazione universitaria in grado di consentire loro l'ingresso nel mondo del lavoro non appena terminata la carriera agonistica. Ed è grazie a queste iniziative che molti atleti stanno portando a termine, in maniera brillante la carriera universitaria. Per questo auspico una sempre maggiore condivisione di intenti con i vari Atenei e, in maniera particolare, con l'Università degli Studi di Bari Aldo Moro molto sensibile alle esigente degli atleti che praticano il canottaggio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • La Puglia 'promossa' da zona arancione a zona gialla (nonostante l'Iss contrario): c'è l'ordinanza del ministro Speranza

  • Nuovo Dpcm: verso lo stop a spostamenti dai Comuni per Natale e Capodanno, dal 21 viaggi tra regioni solo per rientro nella propria residenza

  • Il Dpcm di Conte: la Puglia è arancione (gialla sotto Natale). Si torna a scuola il 7 gennaio. "No non conviventi in casa"

  • L'indice Rt scende sotto l'1 in Puglia e Lopalco risponde ai medici: "Non siamo regione da zona rossa"

  • Stop agli spostamenti tra regioni dal 21 dicembre, comuni 'chiusi' a Natale e Capodanno: il governo approva il decreto

Torna su
BariToday è in caricamento