Sabato, 19 Giugno 2021
Sport

Defendi come Galano. Battuto anche il Varese, il Bari sogna

Un gran gol su rovesciata del capitano basta ai biancorossi per superare i lombardi in una gara spezzettata e caratterizzata dai tanti infortuni. La zona playoff dista soltanto 2 punti

Il selfie dei giocatori del Bari

Il Bari continua a vincere e stupire. Vittima della giornata, il Varese che cede alla prodezza di Defendi, in chiusura di prima frazione, e alla sfortuna che ha costretto il tecnico Sottili a rinunciare ad Oduamadi, Neto Pereira e Zecchin. Buona prestazione del Bari, poco esaltante dal punto di vista del gioco, ma molto apprezzabile per la solidità difensiva ancora una volta esibita dai biancorossi, nonostante le pesanti assenze di Polenta e Chiosa. La zona playoff ora è a -2, un traguardo impensabile fino ad un mese fa.

Chi si aspettava il primo tempo emozionante di Trapani o quello spumeggiante di domenica scorsa, ha sbagliato partita. Le due formazioni procedono a ritmi piuttosto compassati, pensando più ad annullarsi che a far del male.
Nel Bari che ripresenta dopo diversi mesi Samnick in difesa, e rilancia Lores in attacco, le uniche occasioni si registrano su calcio piazzato. Da due punizioni prima Ceppitelli all’8’, poi Calderoni al 10’, di testa anticipano tutti ma non inquadrano la porta.
Il Bari continua ad adottare il redditizio gioco esibito nelle ultime settimane, che si basa sull’accortezza difensiva, e sulle ripartenze, ma all’ottima fase di interdizione, non corrisponde l’efficacia offensiva che ci si aspetta. Si apprezza la buona volontà di Joao Silva, in contraltare agli errori di un confuso Lores.
A rendere la partita ulteriormente brutta, ci si mettono anche gli infortuni (saranno quattro le interruzioni nel primo tempo), l’ultimo dei quali, quello occorso a Oduamadi, costringerà il tecnico Sottili a spendere il primo cambio dopo solo mezz’ora (gli subentra Neto Pereira). Le numerose interruzioni, frammentano ulteriormente un match già di suo piuttosto brutto, e costringerà l’arbitro a disporre un corposo recupero nel corso della prima frazione (4 minuti, ndr)
Anche il gol del Bari giunge su calcio piazzato: il corner di Galano, aggira il nugolo di uomini posti al centro dell’area, e si rivela perfetto per capitan Defendi, che in rovesciata trafigge Bressan.
Ancora Defendi è protagonista al 12’, con una grande conclusione dalla distanza, che costringe Bressan a rifugiarsi in corner. Lo stesso estremo difensore si oppone magistralmente al colpo di testa di Sciaudone, con la difesa che scongiura la ribattuta di Samnick.
Il Varese prova a far la partita, il Bari è bravo a chiudersi e a ripartire, e continua a sfiorare il gol sempre sui calci piazzati, come al 19’ quando Defendi al volo coglie l’esterno della rete.

SECONDO TEMPO – La sfortuna si accanisce contro il Varese, che deve rinunciare al neo entrato Neto Pereira, sostituito da Damonte. All’8’ anche Zecchin lascia il campo a Bjelanovic. L’ecatombe di calciatori coinvolge presto anche il Bari. Romizi alza bandiera bianca per un problema al ginocchio e lascia il posto a Fossati.
Le emozioni però, stentano a presentarsi. La scelta di Sottili, di puntare sul doppio centravanti, non porta frutti. Il Bari controlla agevolmente e fa incetta di corner, autentico punto di forza della giornata, incubo per i difensori del Varese. Alberti richiama Galano, lentamente sparito nella ripresa, inserendo Beltrame. Al 34’ è costretto a rinunciare a Sabelli, anche lui out per un problema al ginocchio, gli subentra Zanon.
Sarebbe l’ultimo episodio degno di essere aggiornato sul tabellino, c’è però tempo per un brivido al 48’, quando Di Roberto da posizione favorevole calcia verso la porta ma trova un attento Guarna.
Il Bari vince ancora, sognare ora è lecito.

Tabellino

VARESE (4-2-3-1) Bressan; Fiamozzi, Trevisani, Ely, Corti; Zecchin (8’st Bjelanovic), Blasi; Di Roberto, Calil, Oduamadi (30’pt Neto (1’st Damonte)); Pavoletti. A disposizione: Bastianoni, Tremolada, Forte, Barberis, Spendhlofer, Ricci. All. Sottili

BARI (4-3-3) Guarna; Sabelli (34’st Zanon), Ceppitelli, Samnick, Calderoni; Defendi, Romizi (9‘st Fossati), Sciaudone; Galano (28’st Beltrame), Joao Silva, Lores. A disposizione: Pena, Polenta, Cani, Lugo, Vosnakidis, Fossati, Santeramo. All. Alberti

Arbitro: Maresca di Napoli

Marcatori: 42’pt Defendi (B)

Ammoniti: Trevisan (V), Bjelanovic (V), Fossati (B)

Note: angoli: 4-6; recupero: 4’pt, 3’st

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Defendi come Galano. Battuto anche il Varese, il Bari sogna

BariToday è in caricamento