Vela d'altura, a Bari la X edizione di Est 105

Presentata a Bari la regata internazionale organizzata dal CUS Bari che unirà Puglia e Montenegro

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Centonove miglia marine da Bari ad Herceg Novi da solcare in oltre dodici ore di navigazione, più di cinquanta imbarcazioni ad unire per la decima volta le sponde di Puglia e Montenegro: sono i numeri di "Est 105", regata internazionale di vela d'altura che giovedì 30 aprile celebrerà la sua decima edizione. La prestigiosa manifestazione, che segna il via agli appuntamenti di grande altura nel calendario federale dell'VIII zona, è stata presentata a Bari in mattinata, nella Sala Giunta del Palazzo di Città di Bari.

«Abbiamo cominciato da zero - ha raccontato Giuseppe Seccia, Presidente CUS Bari -, subito dopo la guerra nei Balcani; ora che Herceg Novi si sta dotando di moderni attracchi puntiamo a raggiungere l'obiettivo delle cento imbarcazioni in gara». Entusiasta Nikola Gojkolic, Sindaco del Comune di Herceg Novi: «Tutti i partecipanti e non solo il vincitore potranno essere orgogliosi per aver preso parte a questa regata perché la "Est 105" è una iniziativa sportivo-turistica di grande valore».

Orgoglioso della manifestazione anche Pietro Petruzzelli, Assessore allo Sport del Comune di Bari: «La vela è una disciplina che vogliamo valorizzare attraverso l'incremento delle infrastrutture a suo supporto e che restituisce alla città la sua vocazione marittima».

Presenti anche l'Assessore Radovan Bozovic, il Vicepresidente CUS e Consigliere Comunale Renato Laforgia, i rappresentanti del Comitato FIN VIII Zona, di Assonautica, di Oliveti d'Italia main sponsor. Non è mancato il saluto del Sindaco di Bari Antonio Decaro e del Presidente CONI Puglia Elio Sannicandro.

Organizzata da Cus Bari in collaborazione con i circoli montenegrini Jugole Grakalic Skver e Jovo Dabovic Baosici, "Est 105" abbinerà ancora una volta ad una competizione di altissimo livello tecnico la promozione delle eccellenze storico-paesaggistiche dei due paesi interessati. Alle 12,20 di giovedì 30 aprile il segnale d'avviso, per la partenza da Bari; nel pomeriggio di sabato 2 maggio, al termine dell'Herceg Novi Trophy, la cerimonia di premiazione. Tre le classi ammesse, Open, Libera ed Orc, quest'ultima con le categorie Crociera/Regata e Gran Crociera. Sedici i premi da assegnare complessivamente, fra trofei e coppe: fra i più curiosi, il riconoscimento "Lui e Lei", riservato alla prima imbarcazione classificata in tempo reale con un equipaggio misto. Da battere, il detentore Tridente degli armatori Franco e Roberta Manfredonia, di Lega Navale Manfredonia.

Torna su
BariToday è in caricamento