Venerdì, 25 Giugno 2021
Sport

Bari-Torino al San Nicola, Ventura: "Capisco i fischi dei tifosi"

"Non dico di essere amareggiato, ma mi aspettavo una accoglienza diversa": così il tecnico Granata commenta i fischi ricevuti al San Nicola da parte dei tifosi della curva nord

Comprendo i fischi dei tifosi del Bari, si sono sentiti traditi. Non dico di essere amareggiato, ma mi aspettavo una accoglienza diversa. Bisogna evitare falsi storici: a questa città sono legato da un affetto ricambiato". Così il tecnico dei granata Giampiero Ventura ha commentato alla fine di Bari-Torino i fischi che gli hanno riservato i tifosi pugliesi. "Ieri ho parlato con i tifosi baresi che erano lì per contestare Parisi all'aeroporto e hanno avuto la dimostrazione di avere di fronte una persona seria - ha aggiunto - l'unico allenatore che negli ultimi vent'anni ha lasciato tanti soldi al Bari. Non voglio essere accomunato a qualcosa di squallido". Su Andrea Masiello, protagonista del 'protocollo' con cui truccava per la Procura di Bari le partite dello scorso campionato, Ventura ha puntualizzato: "L'ho criticato per il suo comportamento sportivo dopo Genoa-Bari... Se ci fosse stato un minimo sentore di tutto quello c'era dietro, l'Atalanta non l'avrebbe acquistato in estate investendo qualche milione di euro". E sulle inchieste ha chiuso con questo auspicio: "Chiunque venga riconosciuto con certezza responsabile di illeciti per denaro non dovrebbe più far parte del mondo sportivo". L'ultima battuta l'ha riservata alla querelle di una presunta 'spia' del Toro inviata a seguire gli allenamenti del Bari: "Un altro falso storico: se un osservatore guarda un allenamento a porte aperte non c'é nessuna spia. Ma tutto questo fa parte del gioco...".

(Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bari-Torino al San Nicola, Ventura: "Capisco i fischi dei tifosi"

BariToday è in caricamento