Sport

Vicenza-Bari 0-1 | Galletti determinati, ma troppo fallosi

I biancorossi trovano nel 29esimo posticipo di serie B la vittoria dopo una lunga serie di risultati negativi. La squadra tiene e si fa vedere, ma ancora una volta la partita si conclude con un'espulsione

Il Bari torna alla vittoria interrompendo una lunga serie di risultati che sembravano condurre inequivocabilmente la squadra biancorossa verso la retrocessione. Certo, non è con questo incontro che il Bari si assicura una tranquillità in classifica dove i sette punti di penalità si fanno sentire più che mai, ma quanto meno potrebbe ritrovare il coraggio e la determinazione che oggi si sono intraviste per un nuovo percorso che gli garantisca la salvezza. La panchina di Torrente, da tempo traballante in quello che sembrava essere il match decisivo per la carriera nel Bari, acquista un po' di stabilità, quanto meno fino al prossimo incontro.

IL MATCH – I biancorossi pugliesi al fischio dell'arbitro si dimostrano subito determinati e aggressivi, non bisogna infatti aspettare molto e già a 20 secondi dall'inizio, vediamo il Bari affacciarsi alla porta avversaria con Ghezzal che con un forte tiro da fuori area, manca lo specchio della porta, pochi secondi ancora ed è Iunco a servire un pallone a Caputo che si fa anticipare dal portiere del Vicenza Bremec.  È un Bari molto più veloce degli avversari dal gioco deciso ed è infatti solo il 5 minuto del primo tempo che arriva il gol partita, a seguito di un'azione insistita della squadra pugliese, Sciaudone riesce ad infilarsi a sinistra e con una manovra realizza un tiro cross che finisce su una respinta corta di Bremec e Caputo lì a due passi ne approfitta.


Il gol arrivato così presto sembra incoraggiare i baresi che si fanno spavaldi nel gioco, il Vicenza comunque c'è e si fa sentire, ma il Bari parte in contropiede dopo una punizione battuta dai veneti, Caputo però controlla con un braccio e l'arbitro non transige: arriva il primo di una lunga serie di gialli. Un minuto dopo è infatti Ristovski ad essere ammunito per un intervento pericoloso.  Sono solo 15 i minuti di gioco ed ecco una serie di azioni susseguirsi: prima Malonga e poi Bellazini si affacciano nell'area di rigore barese, ma concludono male, poi è il turno di Caputo che in attacco commette fallo e di Iusco che con un tiro cerca di sorprendere il portiere avversario, ma Bremec è attento e respinge anche se con qualche incertezza. Al 22esimo è il Vicenza che si rende pericoloso, dopo una bella incursione sulla sinistra sull'asse Bojinov – Semioli, Ciaramitaro conclude sfiorando il palo.  Il Bari trema un po' poco dopo quando è di nuovo Ciamaritaro che controlla con il petto ed esegue una splendida girata, un gesto tecnico molto bello che però non trova Lamanna impreparato. La partita si dimostra ancora viva ed è di nuovo il Bari ad affacciarsi nell'area avversaria prima e subito dopo il Vicenza che guadagna una punizione dal limite che Bojinov spreca colpendo la barriera che fa impennare la palla dando modo a Lamanna di bloccarla facilmente. Siamo al 34esimo e Ghezzal interviene a gamba tese su Brighenti guadagnandosi il terzo cartellino giallo della partita. Da questa punizione parte un azione che vede Malonga scontrarsi con Lamanna intervenuto però sulla palla. Basta poco e Malonga ancora una volta in area  si fa buttare a terra da Ceppitelli che viene ammonito, è il quarto giallo per il Bari. Bojinov ancora una volta tira il calcio di punizione mandando il pallone nella barriera, scoppia qualche protesta per un tocco di mano dei giocatori baresi, ma l'arbitro lascia proseguire. Al 43' c'è ancora il tempo di vedere una sforbiciata di Camisa e un cartellino giallo per Dos Santos.


Il secondo tempo riparte con Caputo e Polenta che si rendono pericolosi nell'area del Vicenza. Al quinto minuto è Semioli che riesce a realizzare un cross pericoloso che però taglia l'area barese  finendo a fondo campo senza che Lamanna e Ciaramitaro riescano a toccarlo. Al 10' Castiglia sbaglia una deviazione su un tiro di Polenta, trasformandolo in un pallonetto per il proprio portiere che però riesce a parare, pochi minuti dopo ancora il portiere vicentivo è decisivo su un tiro da fuori di Ghezzal e su uno rasoterra di Caputo. Al 21'  Iunco interviene in maniera pericolosa ed è cartellino giallo anche per lui, mentre al 25' arriva il primo cartellino giallo per il Vicenza, è Ciaramitaro a guadagnarselo con un intervento su Ghezzal. Al 27esimo è Bellazini a sbagliare un tiro in porta da ottima posizione, subito dopo è il Bari in attacco e Caputo cade in area, ma l'arbitro lascia proseguire. Gli ultimi dieci minuti il Bari cala e il vicenza si fa vedere, prima Bojinov si fa anticipare da Ceppitelli a due passi da Lamanna e poi la mette dentro, ma l'arbitro non convalida il gol fischiando due secondi prima per un fallo commesso dallo stesso Bojinov su Sciaudone. Nei momenti di recupero Caputo si fa avanti a spintoni nell'area vicentina e si guadagna l'espulsione, l'ultima emozione è per il Vicenza che al 93 esimo trova Lamanna a sbarrare la possibilità di un pareggio all'ultimo secondo.
 

LA SVOLTA DEL MATCH – Un Bari determinato come non si vedeva da tempo, merita pienamente il risultato. Superiore per gioco riesce a far lavorare bene la difesa ed organizzare un gioco d'attacco corale che mancava da ormai troppi incontri e che fa ben sperare. Quello di oggi è stato un Bari dal gioco un po' rude sempre a rischio sanzione che porterà a molte assenze nei prossimi incontri.

TABELLINO

VICENZA (4-4-2) - Bremec; Brighenti, Camisa, Martinelli, Laczko; Semioli(Paladino), Castiglia, Ciaramitaro, Bellazzini (Tribocchi); Malonga ( Giacomelli), Bojinov
Allenatore: A. Dal Canto
BARI (3-4-3) - Lamanna, Ristovski, Ceppitelli, Dos Santos, Sabelli (De Falco), Sciaudone, Polenta, Defendi, Iunco, Caputo, Ghezzal

Allenatore: V. Torrente

Arbitro: M.Mariani

Marcatori: Caputo (B)

Espulsi: Caputo (B)

Ammoniti: Caputo (B), Ristovki (B), Ghezzal (B), Ceppitelli (B), Dos Santos (B) Iunco (B) Ciaramitaro (V) Camisa (V)

LE PAGELLE

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vicenza-Bari 0-1 | Galletti determinati, ma troppo fallosi

BariToday è in caricamento