Bari, Vivarini: "Cresciamo ancora dal punto di vista del carattere. Ottimismo per Di Cesare"

Il tecnico dei biancorossi ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida casalinga contro il Picerno

Vincenzo Vivarini

Il pareggio col Monopoli e la vittoria della Reggina contro la Ternana hanno nuovamente ampliato il distacco del Bari dagli amaranto. Il primo posto dopo l'ultimo turno di campionato appare ancora più complicato ed è comprensibile che in casa biancorossa possa esserci un po' di delusione.

Questo stato d'animo, tuttavia, va contrastato immediatamente anche perché la matematica non condanna ancora i galletti e domani c'è un'altra partita da giocare: al San Nicola arriva il Picerno, formazione già battuta in trasferta nel girone d'andata e avversario abbordabile sulla carta.

Fare punti è una sorta di obbligo per gli uomini di Vincenzo Vivarini che in conferenza stampa ha indicato la via a suoi: "Dobbiamo rimanere concentrati su noi stessi. Migliorare sotto tutti gli aspetti, da quello caratteriale. Bisogna avere ancora più forza. Anche sotto l'aspetto tattico ci possiamo muovere meglio a livello di possesso palla. Qualcosa la sbagliamo sempre, dobbiamo limitare gli errori".

Probabile qualche cambio a centrocampo

Il tecnico ha risposto alle domande sul centrocampo, reparto dal quale ci si aspetta qualche gol in più: "Bisogna pensare a migliorare il nostro trend di lavoro. Ci vuole qualcosa in più da parte del centrocampo. Mi preme però dire che stiamo avendo una media punti da promozione, dobbiamo mantenere questo trend continuando a migliorare. A centrocampo possiamo crescere ancora". Non è da escludere che in mediana possa esserci qualche variazione: "Venivamo da una partita giocata bene in casa dove avevano giocato bene Maita Schiavone e Scavone. A Monopoli siamo stati meno brillanti quindi ho la possibilità di modificare. Quando non si va bene si rimescolano le carte e si guarda a chi sta meglio per cercare di giocare una partita di livello alto"

Crescere mentalmente

La prestazione contro il Monopoli ha segnato un passo indietro rispetto a quella col Francavilla: "Dobbiamo crescere sotto l'aspetto psicologico ricordandoci che affronteremo le prime in classifica tutte in trasferta. A Monopoli ci è mancata tranquillità. Forse per la tensione, forse per l'avversario, ma bisogna avere la forza di fare le partite che vogliamo noi. Se te la giochi alla pari corri il rischio di non vincere. Rischio calo? Non dobbiamo cadere nell'errore clamoroso di giudicare le nostre prestazioni in funzione di altri risultati. Dobbiamo concentrarci sui nostri risultati, abbiamo una media di 2,2 punti a partita, a fine campionato sarebbe una media da promozione. Le analisi che fanno i tifosi le facciamo anche noi ma non dobbiamo pensare ad altro. L'aspetto mentale è quello dove possiamo fare un salto clamoroso. Siamo sempre un po' trattenuti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le condizioni di Di Cesare e Hamlili

Infine Vivarini ha parlato delle condizioni di Di Cesare, che potrebbe rientrare dal 1' già domani, e Hamlili: "Dobbiamo calcolare che Valerio è un giocatore importante per noi, è il nostro capitano, si valuterà domani ma penso che lui sia molto disponibile anche a stringere i denti. Si è allenato, questo mi dà fiducia. Hamlili penso che dalla prossima settimana tornerà ad allenarsi con la squadra. Una notizia positiva per noi, ci ha dato tanto nel girone d'andata. Sarà un'opzione in più, avere un'altra soluzione è ottimale per la squadra".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stop a palestre, cinema, teatri e piscine, ristoranti chiusi alle 18: il nuovo dpcm in arrivo già in serata?

  • Covid, Emiliano chiude tutte le scuole in Puglia: da venerdì 30 ottobre stop alla didattica in presenza

  • Incidente mortale nella notte a Japigia: 20enne sbalzato dalla moto muore sul colpo

  • Le mani della criminalità organizzata sul settore agroalimentare in Puglia: 48 arresti

  • Da lunedì stop alla didattica in presenza per gli ultimi 3 anni delle superiori, Emiliano: "Rallentiamo i contagi covid"

  • "Servono misure severe ovunque in Italia": anche Emiliano segue la 'via De Luca' e non esclude il lockdown

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento