menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bari, Vivarini: "Con la Vibonese gara complicata. Cambiare modulo? Magari in corsa"

Il tecnico dei galletti ha parlato alla vigilia della sfida contro i calabresi in cui mancheranno diversi calciatori

Dopo il pari di Catania il Bari è atteso dalla sfida interna contro la Vibonese, una partita in cui il tecnico dei galletti Vincenzo Vivarini dovrà fare a meno di diversi calciatori alle prese con problemi fisici (fuori Hamlili, D'Ursi e Scavone, anche Bianco non è al meglio ndr), ma in cui è estremamente importante fare risultato. 

"Dovremo sfruttare tutta la potenzialità di questa rosa e dare grande forza a chi scende in campo - ha dichiarato il mister nella conferenza stampa della vigilia -. Siamo un po’ corti a centrocampo, ma abbiamo soluzioni e piena fiducia in chi è disponibile e scenderà in campo. Dobbiamo sfruttare la capacita di questa squadra di concentrarsi, andare oltre gli ostacoli, con sacrificio e voglia". 

A Catania l'ultimo quarto d'ora di partita ha visto i biancorossi schierati con il 4-3-1-2 e in molti si chiedono se questo non possa diventare il modulo del futuro, Vivarini però resta cauto: "Quando si acquisisce un equilibrio, è rischioso cambiare; poi a partita in corsa vedremo se e come variare, modificare alcune cose. Nella fase di possesso palla andiamo a sprazzi, siamo più continui a sinistra che a destra, legati anche alle caratteristiche individuali dei ragazzi; negli allenamenti ci lavoriamo tanto, serve più continuità di rendimento anche per sfruttare con maggiore efficacia le nostre caratteristiche". 

La Reggina è a +6. vincere, perciò è fondamentale a mantenere costante il distacco dagli amaranto, sperando in un passo falso che accorci ulteriormente la classifica. Il tecnico del Bari, tuttavia, vuole che i suoi si concentrino principalmente sul fare una buona partita domani al San Nicola: "Non facciamo programmi a lungo periodo, concentriamoci sulla gara contro la Vibonese, una partita complicata, in cui dovremo trovare tutte le soluzioni per affrontare un avversario che corre, è aggressivo e sa rendersi molto pericoloso. Guai a sottovalutare l’impegno, solo soffrendo, con spirito di sacrificio e umiltà, potremo portare a casa il risultato".

Sulla sfida a distanza con la Reggina, infine: "Al momento la capolista è la Reggina; veniamo da una storia differente. Loro hanno proseguito un percorso iniziato lo scorso anno; sono una squadra attrezzata, una rosa completa con molti elementi che lo scorso anno erano in B. Ci sarà da battagliare fino alla fine, nel girone di ritorno sono certo alcuni fattori saranno livellati".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento