Lunedì, 21 Giugno 2021
Sport

Vivicittà 2012, folla e festa. Ma il futuro della manifestazione resta incerto

Complice la tregua concessa dalla pioggia, oltre mille atleti si sono ritrovati domenica mattina a Parco Due Giugno per la 29esima edizione della tradizionale gara podistica. Ma sulla prossima edizione regna l'incertezza

E' stata come sempre una festa, aiutata anche dalla tregua concessa dalla pioggia, che per alcune ore ha smesso di cadere sulla città. Oltre mille atleti si sono ritrovati domenica mattina al nastro di partenza a Parco Due Giugno per partecipare alla 29esima edizione di 'Vivicittà', la tradizionale gara podistica organizzata dalla Uisp in collaborazione con il Comune di Bari.

LE INCERTEZZE SUL FUTURO - Una manifestazione che è ormai un appuntamento fisso per moltissimi appassionati, ma il cui svolgimento è stato messo a rischio già quest'anno dalla mancanza di sponsorizzazioni e dal taglio di fondi deciso dalla Regione Puglia. Un rischio scongiurato grazie ad un prestito dell'Uisp regionale (e al finanziamento del Comune) dopo l'ondata di indignazione suscitata dalla notizia della cancellazione della gara. Ma se per quest'anno il salvataggio 'in extremis' c'è stato, sullo svolgimento della prossima edizione regna l'incertezza.

LA GARA DELLE DEDICHE - Intanto, in attesa di vedere cosa succederà nel 2013, l'edizione 2012 è stata come sempre una festa, anche se segnata dal ricordo di tre importanti personalità purtroppo scomparse: Franco Granata, patron di Barincorsa scomparso l'anno scorso; Mauro De Feudis, personaggio carismatico della Amasport di Trani; il giornalista Mario Gismondi, scomparso a pochi giorni dalla manifestazione. E non è mancato il ricordo del giovanissimo calciatore Piermario Morosini, al quale l'atleta 34enne Francesco Minerva, primo classificato della gara, ha dedicato la sua vittoria.

SUL PODIO - Il primo posto, dunque, è andato a Francesco Minerva, di Palo del Colle, operaio, che ha chiuso la gara in 37 minuti e 23 secondi. Secondo posto al tarantino 31enne Ivano Musardo, terzo per Vito Graziosi, 35 anni, di Palese. Prima delle donne una 26enne  di Acquaviva delle Fonti, Viola Giustino.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vivicittà 2012, folla e festa. Ma il futuro della manifestazione resta incerto

BariToday è in caricamento