rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Volley

B1: trasferta amara in Campania per Castellana Grotte nonostante la crescita tecnica

Un banale errore di formazione ha compromesso quanto di buono messo in mostra ad Arzano dalla Zero5

La squadra conferma la crescita tecnica, ma un banale errore di formazione rilevato con ritardo, provoca il ritorno a mani vuote dalla trasferta campana. Tra Lu.Vo Barattoli Arzano e Zero5 Castellana Grotte, finisce 3-1 nella nona giornata del campionato nazionale di volley femminile di serie B1. All’inizio di ogni set il secondo arbitro, prima di avviare il gioco, verifica la posizione delle giocatrici rispetto alla formazione dichiarata e rileva eventuali errori di rotazione ad ogni servizio. Inoltre, l’addetto al referto, registra i cambi, anche quelli dinamici tra libero e centrale.

Ebbene, nel secondo set della gara, dopo ben 17 punti giocati (si era sul 7-10) e senza che nessuno si fosse accorto di nulla, il secondo arbitro rileva l’inversione delle centrali Zero5 e ferma il gioco. Quindi, dopo un lunghissimo conciliabolo con il primo arbitro e la ricostruzione delle rotazioni (il tutto per ben 29 minuti), annulla tutti i punti della Zero5 e si riparte dall’8-0. Il regolamento prevede che quando un arbitro si accorge a posteriori di un errore di rotazione, si risale al momento dell’errore, annullando tutti i punti realizzati con la rotazione errata. 

Ed è stata proprio questa involontaria e malaugurata situazione a togliere alla Zero5 la possibilità di tornare a casa con almeno un punto, visto l’andamento del resto della gara. Mister Antonio Piscopo per l’Arzano schiera Palmese (21) opposta a Michelini (3), Passante (13) e Suero (5) al centro, De Siano (20) ed Aquino (12) in banda, Piscopo libero. Entrata Mautone, non entrate Rinaldi, Fusco, Dello Iacono e Putignano. Massimiliano Ciliberti per la Zero5 risponde con Liguori (13) opposta ad Alberti, Vinciguerra (16) e Micheletto (centrali, Cipriani (15) e Civardi (18) schiacciatrici, Recchia libero. Entrata Pisano a partire da metà terzo set come libero di ricezione, non entrate Giannini, Pinto, Pavone, Di Carlo e Soleti. 

Tarda ad entrare in partita la Zero5 (7-1). Riesce a recuperare (8-8), ma l’Arzano reagisce e non lascia più spazio alla squadra castellanese che subisce, abbastanza passivamente, fino al 25-18 di fine set. Dal secondo set in poi i reali valori emergono e le squadre si fronteggiano alla pari. Primo strappo Zero5 sul 6-9. Sul 7-10 avviene l’episodio raccontato in apertura e si riparte dall’8-0. Un inaspettato vantaggio che le padrone di casa mantengono (16-8) e controllano fino al 25-17 finale. A semplice titolo di cronaca, senza l’errore di rotazione o se non fosse stato rilevato, secondo l’evoluzione del punteggio, il set si sarebbe concluso sul 21-25.

Il terzo set  prosegue punto a punto fino al 17 pari quando le ragazze di Ciliberti conquistano un significativo break (17-21) che allungano fino al 18-24. La successiva reazione arzanese c’è, ma si ferma sul 21-25. Nel quarto, dopo un iniziale equilibrio 3-2, a trovare l’allungo è l’Arzano (9-2), ma la Zero5 non si arrende e comincia una lunga rincorsa che si concretizza nel finale (22-21). L’Arzano conquista un nuovo break (24-21), poi Civardi prova il recupero (24-23), ma l’ottima Palmese mette a terra l’ultima palla dell’incontro (25-23).

Il risultato è troppo pesante”, commenta a fine incontro mister Ciliberti, “tranne il primo set, dove abbiamo sofferto sul cambio palla, abbiamo giocato una buona gara, siamo in crescita, le ragazze non hanno mai mollato e si stanno confermando sempre più squadra in campo. Tornare a casa senza punti dopo una partita giocata bene e alla pari mi sembra troppo penalizzante ma accettiamo sportivamente il verdetto. Stefania Recchia è una nostra grande risorsa, l’ho alternata nel terzo e quarto set con Pisano per dargli un po’ di respiro in quanto cercata dal servizio avversario da inizio gara, è stata ottimamente coadiuvata da Martina che l’ha sostituita nelle fasi di ricezione. Peccato per l’inconveniente nel secondo set, c’è stata negligenza da parte dell’arbitro nel controllo della formazione iniziale e del segnapunti ma anche nostra nel non accorgerci subito dell’errore convinti che dopo il placet dell’arbitro e del segnapunti fosse tutto regolare”. Il tabellino del match:

LUVO BARATTOLI ARZANO-ZERO5 CASTELLANA GROTTE 3-1 (25-18, 25-17, 21-25, 25-23)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

B1: trasferta amara in Campania per Castellana Grotte nonostante la crescita tecnica

BariToday è in caricamento