Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Apre il nuovo reparto oncologico del Giovanni Paolo II: tra cori e sketch comici, Rubini declama Carrère

 

"Quando Gennaro mi ha chiamato per raccontarmi di questo progetto, si è definito un sognatore. Io gli ho risposto che certi sogni alle volte si trasformano in realtà". Sergio Rubini inaugura con poche e semplici parole il nuovo reparto di Oncologia dell'ospedale oncologico Giovanni Paolo II di Bari, rivolgendo un pensiero a chi di questo luogo ne è 'l'anima', il dottor Palmiotti.

Il reparto

Sono 48 in totale le poltrone per la chemioterapia del reparto, divise tra sezione maschile e femminile, che accoglieranno i pazienti in un ambiente diverso da quello dei soliti ospedali. Porte, soffitti e muri, infatti, sono stati dipinti con immagini 'emozionali': paesaggi, riproduzioni del cielo notturno e ampie vedute della città, per "rendere più 'umano' l'ambiente - spiega Palmiotti -, anche grazie al continuo dialogo con le associazioni di volontariato e le istituzioni".

La cerimonia

La cerimonia in mattinata ha visto protagonista la musica, con le esibizioni del coro dell'associazione Gabriel e del Duo Volver. La folla assiepata all'interno ha assistitito anche ad uno spettacolo fuori programma: l'esibizione comica di due degli attori del programma 'Mudù', seguita poi da una lettura di un brano dell'opera 'Il regno' di Emmanuel Carrère, interpretata da Sergio Rubini prima della conclusione della cerimonia.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BariToday è in caricamento