Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il consolato russo trova casa a Bari vecchia, inaugurata la sede sulla Muraglia: "Bari ponte tra due culture"

 

Preghiere in russo, l'olio sacro sulle pareti nei quattro punti cardinali e la benedizione con l'acqua santa. Si è concluso con il rito di benedizione ortodosso, l'inaugurazione della nuova sede del consolato della Federazione russa, che da Bari curerà i rapporti con il popolo sovietico, abbracciando tutta la Puglia.

La cerimonia

In mattinata si è tenuto il taglio del nastro nel locale sulla Muraglia, a pochi passi dalla Basilica, simbolo di que l ponte tra due Paesi,che a Bari è rappresentato da San Nicola. All'evento erano presenti, oltre all'ambasciatore russo Sergej Razov, anche il sindaco di bari, Antonio Decaro, il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, e il console russo Michele Bollettieri. Nel video vi mostriamo anche come si presenta la sede in via Venezia, con diverse rappresentazione legate alla cultura sovietica - tra cui un quadro del presidente Putin - e all'iconografia religiosa barese.

La cerimonia si è poi spostata al teatro Petruzzelli alle 11, dove il console ha ricevuto l'"Arbor Pacis" dalla "Assisi Pax Internazional" per le attività svolte come presidente dell'Associazione musicale pugliese, volte alla collaborazione e alla promozione della pace tra i due popoli. Bilingue anche il concerto che si è tenuto alle 12, sempre al Petruzzelli: l'ensemble guidata dal maestro Alvise Casellati ha suonato musiche di Ciaikovskij e Giuseppe Verdi.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BariToday è in caricamento