Altamura

"A parole scoperte": poesie e brevi racconti dell'altamurano Michele Micunco

Ieri, la presentazione del suo ultimo libro presso il cinema "Aquila" di Roma. A fine serata lo scrittore ci parla di "un'opportunità per raccontare, raccontarmi, ricordare un amico fraterno"

“Il titolo del mio  libro ha due  letture scoperte e coperte; così come la poesia è a volte dura , diretta, e a volte compressa in espressioni impenetrabili”. Così Michele Micunco, scrittore e giornalista altamurano parla della sua ultima raccolta di poesie: “a parole scoperte” presentata ieri sera presso il cinema “Aquila” di Roma.

C’è ancora chi scrive poesie e soprattutto crede, per usare le parole dell’autore, “ in un volume da condividere con tutti quelli che ne hanno sincera voglia”. Sei anni fa usciva “Onde di terra”;  oggi “a parole scoperte” una raccolta dedicata ai sentimenti genuini, ai colori della natura e della sua terra, la Murgia. Una raccolta dedicata all’ amico romano scomparso l'anno scorso, Roberto Folatti, ricordato nel corso della serata. da amici, colleghi e dalla sua famiglia silenziosa e commossa.

Perché  “a parole scoperte”? 
"Perché non credo che comunque la mia poesia sia eccessivamente "coperta" la considero leggera e libera ....perchè io adoro questo modo di scrivere ed adoro leggere la poesia che sia armoniosa e crei un piccolo leggero senso di emozione a chi legge”.
 
Quanto tempo ti ha portato via?
“Sei anni di lavoro per raccogliere, scrivere , ordinare e dare un senso ai tanti riconoscimenti ricevuti, ai premi letterari vinti che è bello ritrovare e far ritrovare in un unico contenitore. La copertina poi, è stupendamente arricchita dall'estro artistico di Michele Bolognese  giovane artista altamurano,  24 anni, universitario, che riesce ad  esprimersi con straordinaria semplicità nel dipingere tele di grande pregio”. 
 
Perché hai dedicato il libro a Roberto Folatti?
“Quasi due anni fa , avevo anticipato al mio amico Roberto Folatti la mia seconda opera in corso di realizzazione e lui si propose di organizzare un evento di presentazione del mio libro a Roma, quando sarebbe stato pronto. Poi  l'8 luglio del 2011 Roberto muore per un arresto cardiaco, per strada , mentre era a lavoro per l'azienda per cui svolgeva da anni ruoli di grande responsabilità, l'Ama. Mi sembrò giusto , più che mai , dopo quella tragedia continuare a credere in quel progetto e con l'aiuto e il sostegno della famiglia ,di Quintino e dei colleghi più vicini a Roberto  siamo riusciti a realizzare questa anteprima nazionale che ho interamente dedicato alla sua memoria. Un piccolo ricordo per un grande amico fraterno”.
 
Cosa vuoi aggiungere riguardo a  questa serata romana?
“Ringrazio i ragazzi che gestiscono il cinema  “Aquila”,  che ci ha ospitato;  Simonetta ,Christian e Alessandro Folatti per l'opportunità  veramente straordinaria che mi hanno dato per di raccontare , raccontarmi, ricordare un amico e dare un contributo a mantenere integri  i valori dell'amicizia ....oltre il tempo”.
 
 

Foto presentazione libro di Michele Micunco

Non ci sono foto disponibili.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"A parole scoperte": poesie e brevi racconti dell'altamurano Michele Micunco

BariToday è in caricamento