Domenica, 13 Giugno 2021
Altamura

Operazione antimafia ad Altamura, confiscati beni per 750mila euro

Sotto sequestro due attività commerciali, un appartamento, tre automobili di lusso e svariate polizze assicurative appartenenti ad un pregiudicato ritenuto vicino ai clan Matera-Loglisci

Un bar, una barberia, un appartamento ed un magazzino ubicati nel comune di Altamura, tre automobili di lusso tra cui una “Cabrio” ed una “Mercedes”, svariate polizze assicurative: un "piccolo" patrimonio del valore di 750mila euro, confiscato oggi dai carabinieri di Altamura su disposizione del Tribunale di Bari.

Proprietario dei beni confiscati il 50enne Sergio Pinto, pregiudicato, sottoposto alla misura della Sorveglianza Speciale e all'obbligo di soggiorno per due anni nel comune di Altamura. Nel 2002 Pinto era rimasto coinvolto nell'operazione "Canto del Cigno", che dimostrò la sua “vicinanza” ai clan Matera-Loglisci. In quell'occasione, infatti, Pinto venne arrestato con l'accusa di associazione mafiosa e traffico illecito di sostanze stupefacenti.

L'attività investigativa, avviata nell'ottobre 2010, ha permesso di ricostruire il ruolo svolto dall'uomo, che per conto dei clan criminali locali si sarebbe occupato di "ripulire"  il denaro sporco, reimpiegandolo in attività apparentemente lecite. Il 50enne, inoltre, avrebbe intestato alcuni beni a suoi congiunti, utilizzati in qualità di "prestanome".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione antimafia ad Altamura, confiscati beni per 750mila euro

BariToday è in caricamento