Martedì, 3 Agosto 2021
Altamura

Munito di tritolo, minaccia i carabinieri: arrestato 26enne altamurano a Montemarciano

E' stato prima denunciato per atti osceni in luogo pubblico con una prostituta; all'arrivo dei carabinieri ha tentato la fuga minacciando di far saltare l'area portuale. Ma è stato inseguito, bloccato e arrestato

Un 26enne nato ad Altamura,  residente in provincia di Forlì Cesena è stato arrestato lo scorso venerdi per violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale. Sottoposto agli arresti domiciliari nella propria abitazione di Marina di Montemarciano, dove risulta domiciliato, sabato è stato giudicato con rito direttissimo e immediatamente scarcerato. 

Nicola D., pluripregiudicato, celibe e nullafacente nel corso di un servizio di prevenzione e repressione dei reati in materia di prostituzione, è stato prima denunciato per atti osceni in luogo pubblico e violazione di domicilio insieme a F. G., prostituta di 25 anni. I due, venerdì, si sono introdotti all'interno di un'imbarcazione custodita al porto di Senigallia per essere sottoposta a manutenzione e qui hanno inscenato un’attività di meretricio che ha attirato l’attenzione di adolescenti che seguivano le lezioni di vela. All'arrivo dei militari il 26enne, al fine di sottrarsi al controllo di polizia, ha minacciato il militare spintonandolo violentemente nel tentativo di darsi alla fuga.
 
E’ stato immediatamente  bloccato dopo un breve inseguimento a piedi dallo stesso Ispettore e da altri militari giunti in aiuto poiché  il 26enne  ha minacciato di utilizzare il tritolo di cui disponeva per far saltare l'area portuale. Da sabato è in libertà poichè avendo richiesto il rito abbreviato è stato scarcerato e rinviato a giudizio il 26 ottobre.
 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Munito di tritolo, minaccia i carabinieri: arrestato 26enne altamurano a Montemarciano

BariToday è in caricamento