Giovedì, 29 Luglio 2021
Altamura

Ospedale della Murgia, Aria Fresca: "Le amministrazioni dei comuni serviti devono attivarsi"

Enzo Colonna e Rosa Melodia hanno chiesto un Consiglio Comunale per discutere sulle spiacevoli conseguenze del nuovo Piano di riordino ospedaliero regionale, che prevede la cancellazione Utic e Oncologia

Il movimento cittadino Aria Fresca rivolge la sua attenzione alla nuova costruzione ospedaliera tra Altamura e Gravina, l’Ospedale della Murgia e insieme a Rosa Melodia (Altamura per Piglionica) chiede un Consiglio Comunale monotematico.

“Periodicamente torniamo ad occuparci dell’Ospedale della Murgia- scrivono- la struttura in costruzione da 15 anni tra Altamura e Gravina e che dovrebbe diventare il punto di riferimento della sanità murgiana. Le ultime notizie non sono affatto rassicuranti: non solo non si sa quando l’ospedale sarà terminato ma si avvicina il concreto rischio che il nosocomio nasca monco e incompleto per quel che riguarda i reparti a disposizione dei pazienti”.
 
IL PROBLEMA è il “Piano di rientro e riqualificazione del Sistema Sanitario regionale 2010-2012” contenente spiacevoli novità. Se è vero che i posti letto a disposizione nella futura struttura aumenteranno complessivamente da 180 a 207 è anche vero, purtroppo, che è prevista la cancellazione di due specialità fondamentali per garantire un efficace e completo livello di assistenza sanitaria: l’unità di terapia intensiva coronarica  e i posti riservati ai malati oncologici, soprattutto quelli che si sottopongono ai trattamenti chemioterapici. Il Piano regionale azzera i già pochi 12 posti letto (8 in unità coronarica e 4 in oncologia) sinora previsti, con il conseguente rischio di privare la nuova struttura anche delle professionalità da impiegare per queste due unità, in quanto la cancellazione dei posti letto e delle specialità non giustificherebbe la loro presenza.
 
LA RICHIESTA “A questo punto, riteniamo che le amministrazioni dei comuni serviti dalla nuova struttura e tutti i rappresentanti istituzionali del territorio (consiglieri regionali, sindaci, parlamentari) debbano attivarsi affinché: il Piano regionale venga modificato, ripristinando e anzi potenziando le unità cancellate;
  si abbiano risorse e tempi certi per il completamento dell’ospedale".
 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedale della Murgia, Aria Fresca: "Le amministrazioni dei comuni serviti devono attivarsi"

BariToday è in caricamento