Giovedì, 29 Luglio 2021
Altamura

Rapina in un centro scommesse, in manette l'altro complice

E' un giovane altamurano di 22 anni. Risponde dell'accusa di concorso in rapina a mano armata e porto abusivo di arma da taglio e da fuoco

E’ finito in manette anche il secondo complice della rapina avvenuta lo scorso 19 gennaio presso l’agenzia di scommesse sportive “Goldbet” in via Carcano. E’ un giovane altamurano di 22 anni e risponde dell’accusa di concorso in rapina a mano armata e porto abusivo di arma da taglio e da fuoco.

Il primo arresto è avvenuto il giorno seguente al compimento del fatto: con le accuse di rapina a mano armata e porto abusivo di arma da taglio e da fuoco i carabinieri di Altamura arrestarono uno dei due rapinatori, un 23enne di Altamura. Ma erano ancora alla ricerca dell’altro complice: erano in due infatti quella sera quando irruppero nel centro scommesse in via Carcano e minacciando con un coltello l’impiegato, si fecero consegnare 400 euro in contanti e il telefonino personale. Per il 22enne complice è stato messo un’ordine di custodia cautelare dal Tribunale di Bari.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina in un centro scommesse, in manette l'altro complice

BariToday è in caricamento