Altamura Altamura

Il centrosinistra attacca la maggioranza alternativa: "Quali le nobili e alte motivazioni?"

Pd, Sel e Idv scrivono sulla neonata maggioranza Stacca che non è stata ancora presentata nonostante le recenti adunate consiliari. Aspettano chiarimenti su questa "discutibile" formazione

“Sarebbe stato davvero interessante vedere con quale faccia tosta il Sindaco avrebbe comunicato l’ingresso in maggioranza ed in Giunta del suo arcinemico storico Lillino Colonna; e invece neanche le 3 sedute di Consiglio Comunale, inopinatamente convocate per l’8, il 9 e il 10 agosto, hanno sortito qualche effetto”. Il centrosinistra attacca Stacca e al centro della polemica ancora la nuova formazione a Palazzo di Città che dovrebbe consentire al Primo cittadino di portare a termine il suo mandato dopo l'ultimo periodo di empasse politica.

Abbiamo già scritto dello sconcerto gettato tra i partiti dall’entrata nella maggioranza amministrativa di Lillino Colonna, ex sfidante di Mario Stacca durante le ultime elezioni amministrative. Oggi il centrosinistra unito rincara la dose e si interroga sulle possibili motivazioni che abbiano spinto due persone così distanti, diciamo così, a stare così vicine. Ma non solo; si chiedono perché il sindaco, nonostante tre convocazioni consecutive del Consiglio Comunale non abbia ancora presentato ufficialmente la nuova formazione. Vi riportiamo alcuni passi della nota giunta in redazione firmata dai coordinatori di Pd, Sel e Idv:

“Ormai non ci sono più parole per descrivere lo stato di degrado politico, amministrativo ed etico a cui questo Governo cittadino sta condannando la nostra città. Ci si aspettava che il Sindaco avrebbe presentato la nuova maggioranza a 16 e che si sarebbe potuto discutere di tutti quegli argomenti all’ordine del giorno (dal rinnovo dell’appalto rifiuti all’IMU, dalla riqualificazione della zona archeologica di Via v. Buoncammino ai costi della politica) che da mesi sono portati in Consiglio ma dei quali non si è mai riusciti a discutere per le fratture all’interno della maggioranza”.

A proposito di Lillino Colonna scrivono: “sì, proprio colui che era stato il suo più insolente e aggressivo avversario nell’ultima campagna elettorale; colui che, dopo essere stato estromesso dalla prima Giunta Stacca per motivi mai del tutto chiariti, aveva giurato vendetta e impostato la sua campagna elettorale tutta contro il Sindaco e le sue presunte malefatte con tanto di pittoreschi e gustosi volantini illustrati. A dire il vero, però, tutto il vigore polemico e l’aggressività del Lillino si sono sciolti come neve al sole con l’inizio della legislatura: per due anni, anzichè svolgere decorosamente quel ruolo di opposizione che gli avevano affidato i suoi elettori, se ne è stato buono buono ad aspettare che si riaprisse una porticina che gli consentisse di tornare, in qualche modo, nella stanza dei bottoni. Ora quel momento pare arrivato: la lotta fratricida tra il Sindaco e Loizzo, scatenatasi soprattutto intorno al rinnovo dell’appalto dei rifiuti, ha frantumato la maggioranza uscita dalle elezioni 2010 ed ecco il Lillino correre a fare da stampella al suo vecchio nemico: chissà quali saranno state le alte e nobili motivazioni che lo hanno potuto spingere a fare una figuraccia così indecorosa nei confronti soprattutto dei suoi elettori, che lo avevano sostenuto proprio perché si era presentato contro Stacca e il suo sistema di potere”

 “Evidentemente la trattativa per la spartizione di poltrone e potere non si è ancora conclusa positivamente, per cui abbiamo assistito ancora una volta allo spettacolo penoso e degradante di consigli comunali deserti per la mancanza della maggioranza – e per concludere con una comune riflessione- non pensi, caro Sindaco, di essere imprescindibile: questa città, di un sindaco come lei, può fare tranquillamente a meno”.

 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il centrosinistra attacca la maggioranza alternativa: "Quali le nobili e alte motivazioni?"

BariToday è in caricamento